31.10.06

Paolo Scaroni AD Eni e Neelie Kroes, commissario UE per la concorrenza

In un colloquio a due voci con la Stampa il 31.10.2006, l’Amministratore Delegato dell’Eni Paolo Scaroni e Neelie Kroes, commissario UE per la concorrenza dibattono sui vincoli del mercato unico dell’energia che in Europa stenta a prendere forma.
Poca trasparenza, ha stigmatizzato la signora dell’Antitrust in un discorso tenuto il giorno prima a Lisbona: i colossi europei devono scorporare la rete.
Giusto messaggio, risponde Paolo Scaroni attraverso la Stampa, bisogna fare il mercato senza frontiere e sciogliere il nodo dell’integrazione verticale con una società unica europea per la gestione delle reti comuni.
Continua la lettura di Paolo Scaroni AD Eni e Neelie Kroes, commissario UE per la concorrenza»

23.10.06

Eni: nuova scoperta di gas nelle acque profonde del Golfo del Messico

Il pozzo “Longhorn North”, situato nelle acque profonde statunitensi del Golfo del Messico a 195 km a sud di New Orleans, nel blocco “Mississipi Canyon 502”, è stato perforato in 710 metri d’acqua a una profondità totale di 3.400 metri. La scoperta ha delineato la presenza di un giacimento di cui Eni sta valutando le diverse alternative di sviluppo con l’obiettivo di raggiungere un rapido avvio della produzione. Leggi tutto il comunicato stampa (su Eni.it)

03.10.06

Paolo Scaroni intervistato da Affari Italiani

Paolo Scaroni ad Affari Italiani fa il punto sul prezzo del petrolio, sulle riserve mondiali, sulle prospettive energetiche delle generazioni future e sui doveri dei Paesi industrializzati.
” L’uso razionale delle risorse del pianeta, delle quali non siamo proprietari ma solo custodi, è un percorso ineludibile per la nostra generazione e soprattutto per aziende leader come Eni.
Lo spreco insito nei comportamenti dei Paesi ricchi amplia la distanza tra Occidente opulento e resto del mondo. Una divaricazione che non possiamo consentire, per ragioni etiche, ma anche per l’instabilità che provoca”.
E spiega perché nelle relazioni con i Paesi produttori Enrico Mattei aveva visto giusto.