L’affondo di Scaroni “Danni da troppe regole”

Il Sole 24 Ore – 20 febbraio 2007
I regulator non devono perdere “l’obiettivo di dare certezze agli operatori”. E’ quanto dichiara Paolo Scaroni. Secondo l’amministratore delegato di Eni l’eccessiva regolamentazione delle authority “certo non contribuisce a creare o mantenere dinamiche competitive”. Oggetto della critica è soprattutto l’attuale presidenza dell’authority per l’Energia che ha colpito Eni con ammende pari a 500 milioni di euro, con “885 delibere emanate in tre anni – ricorda Scaroni – a fronte delle 524 del periodo di Ranci, delle 139 emanate dal regolatore francese e infine delle 227 dello spagnolo”. Tutto ciò, ha aggiunto, “ha complicato non poco la vita degli operatori confondendo loro le idee”.