30.04.07

Eni acquisisce gli asset upstream dell’americana Dominion Resources nel Golfo del Messico per 4,757 miliardi di dollari

La compagnia italiana diventa così uno dei maggiori operatori dell’area. Leggi il testo completo (su Eni.it)

29.04.07

L’Eni acquisisce asset dell’americana Dominion

Il colosso italiano ha acquisito le attività upstream della Dominion, una delle maggiori compagnie americane.

“Tra i giacimenti che Eni rileva con l’operazione, figurano i campi produttivi di Devils Towers, Triton e Goldfinger (operati di Eni con la quota del 75%), e quelli esplorativi di Front Runner (37,5% Eni), San Jacinto (operato da Eni con la quota del 53,3%), Q (50% Eni), Spiderman (36,7% Eni) e Thunderhawk (25%Eni). Questi giacimenti rappresenteranno il 70% delle riserve complessivamente acquisite da Eni nell’operazione.”

Leggi l’articolo su “Corriere della Sera” (30/04/2007): L’Eni acquisisce asset della Dominion

“L’operazione, spiega la nota, si inquadra nella strategia di Eni volta ad acquisire riserve di idrocarburi e incrementare la produzione in aree strategiche, dove crescere e rivestire il ruolo di operatore puntando sul proprio sofisticato know how e patrimonio tecnologico nelle operazioni di sviluppo in acque profonde.”

Leggi l’articolo su “La Repubblica” (30/04/2007): Eni: acquisisce asset americana Dominion a 4,7 mld usd

“L’operazione include asset di produzione, sviluppo ed esplorazione situati nelle acque profonde e nella parte continentale del Golfo del Messico, nelle acque territoriali texane e della Louisiana; l’acquisizione comprende anche il personale della Dominion basato a New Orleans. In circa il 60% delle licenze acquisite Eni avrà il ruolo di operatore.”

Leggi l’articolo su “La Stampa” (30/04/2007): Eni acquisisce asset della Dominion

27.04.07

Eni acquista la rete commerciale della Exxon Mobil nella Repubblica Ceca, in Slovacchia e in Ungheria

Eni e la Exxon Mobil Central Europe holding GmbH, Hamburg, hanno annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte di Eni delle azioni della Esso spol s.r.o (Esso Czechia), Esso Slovensko spol s.r.o. (Esso Slovakia) and Exxon Mobil Hungary Kft. Leggi il testo completo (su Eni.it)

26.04.07

Bersani in Turchia per inaugurare l’oleodotto Samsun

Il ministro per lo sviluppo economico inaugurerà l’opera realizzata dall’Eni in collaborazione con il partner turco Calik Group.

“L’oleodotto misura circa 550 km, ed avrà una portata di 12 milioni di barili l’anno ed è stato realizzato dall’Eni in collaborazione con il partner turco Çalik Group. Dopo l’inaugurazione si terrà una conferenza stampa a cui prenderanno parte insieme al Ministro per lo Sviluppo Economico Pier Luigi Bersani, il Ministro turco dell’Energia e delle Risorse Naturali Hilmi Güler, l’Amministratore Delegato dell’Eni Paolo Scaroni.”

Leggi l’articolo su “Ago Press” (23/04/2007): SVILUPPO. DOMANI BERSANI IN TURCHIA PER INAUGURAZIONE OLEODOTTO SAMSUN

“Alla cerimonia hanno partecipato il ministro Pierluigi Bersani e il suo collega turco Hilmi Guler, l’ad Eni, Paolo Scaroni, e il presidente del gruppo turco Calik, Ahmet Calik, socio dell’Eni nella costruzione dell’oleodotto.”

Leggi l’articolo su “Il Giornale” (25/04/2007): Eni, via all’oleodotto per il petrolio asiatico

“Al via i lavori per la realizzazione del Tap (Trans Anatolian Pipeline), l’oleodotto che collegherà la costa turca del Mar Nero con quella del Mediterraneo. La cerimonia ufficiale per la posa della prima pietra si è svolta a Ceyhan, in Turchia, alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani, e dell’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni.”

Leggi l’articolo su “Affari Italiani” (24/04/2007): Eni/ Al via i lavori del Tap, l’oleodotto dei due mari

24.04.07

Scaroni: Eni, grazie alla Russia due milioni di barili

Lo afferma l’amministratore delegato del gruppo col cane a sei zampe, riferendosi all’accordo stabilito con Gazprom.

“le risorse diventeranno riserve che potremo iscrivere a bilancio per due dollari e mezzo”.

Leggi l’articolo su “Alice Economia” (22/04/2007): ENI/ SCARONI: GRAZIE A RUSSIA 2 MLN BARILI DI PETROLIO

“Dopo l’esercizio dei diritti di acquisto di Gazprom, Eni si troverà risorse per 1,5 milioni di barili di petrolio equivalente, pagate 43 centesimi di dollaro al barile. E questo – spiega l’ad – è tutto gas e olio certo, con rischio esplorativo zero. Ma per estrarlo, per la nostra quota del 30%, ci vorranno altri investimenti, che possono variare tra gli 1,5 e i 3 miliardi di dollari, più gli oltre 600 milioni già spesi.”

Leggi l’articolo su “Wall Street Italia” (22/04/2007): ENI: SCARONI, CON RUSSIA 2 MILIONI BARILI PETROLIO AL GIORNO

24.04.07

Eni: oggi in Turchia la cerimonia ufficiale per la posa della prima pietra del progetto Trans Anatolian Pipeline

A Ceyhan, in Turchia, la cerimonia ufficiale per la posa della prima pietra del Trans Anatolian Pipeline (TAP), l’oleodotto che collegherà la costa turca del Mar Nero con quella del Mediterraneo. Leggi il testo completo (su Eni.it)

22.04.07

Eni: con Aci lancia la campagna per la sicurezza stradale

La Divisione Refining & Marketing di Eni sosterrà la campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale dal nome: “Obiettivo 2010 un traguardo per la vita”.

“La campagna di sensibilizzazione – informa una nota del ‘Cane a sei zampe’ – parte parallelamente alla “Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale”, si apre oggi e si concludera’ il prossimo 29 aprile, ed e’ sostenuta dalle Nazioni Unite e dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’.”

Leggi l’articolo su “La Repubblica” (23/04/2007): ENI:INSIEME AD ACI LANCIA CAMPAGNA PER SICUREZZA STRADALE

”Eni si impegna, al fianco di Aci e Up, a contribuire al raggiungimento degli obiettivi indicati nel piano quadriennale attraverso il coinvolgimento di 1500 punti vendita della Rete Agip, contribuendo ai corsi di Guida Sicura organizzati da Aci presso i circuiti di Vallelunga e Castrezzato.”

Leggi l’articolo su “Kataweb News” (23/04/2007): ENI:INSIEME AD ACI LANCIA CAMPAGNA PER SICUREZZA STRADALE

“La campagna di sensibilizzazione parte parallelamente alla ”Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale” e si terra’ dal 23 al 29 aprile 2007, e’ sostenuta dalle Nazioni Unite e dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’ ed e’ rivolta prevalentemente alle fasce di utenza della strada maggiormente a rischio, ragazzi e neopatentati.”

Leggi l’articolo su “Alice News” (23/04/2007): ENI: CON ACI PER CAMPAGNA ”OBIETTIVO 2010 UN TRAGUARDO PER LA VITA”

20.04.07

Eni: Scaroni, per il Kashagan confermo inizio produzione è fissato al 2010

L’amministratore delegato del colosso petrolifero, conferma i numeri annunciati a Febbraio, per i tempi d’inizio della produzione del giacimento di Kashagan.

“Lo ha affermato il numero uno di Eni, Paolo Scaroni, rispondendo a una domanda sui tempi per l’inizio della produzione del giacimento di Kashagan. Scaroni, che parlava a margine della cerimonia di inizio dei lavori dell’oleodotto turco TAP, ha sottolineato che, per quanto riguarda Kashagan l’inizio della produzione e’ fissato al terzo trimestre 2010 e l’investimento e’ di 19 miliardi di dollari.”

Leggi l’articolo su “La Repubblica” (24/04/2007): ENI: SCARONI,PER KASHAGAN CONFERMO INIZIO PRODUZIONE 2010

“Scaroni ha confermato che il giacimento Kashagan arrivera’ a regime nel 2015 e si pone per tutte le principale societa’ impegnate nel progetto il delicato tema del trasporto del petrolio”

Leggi l’articolo su “Borsa Italiana” (24/04/2007): Eni:Scaroni;confermo stime Kashagan, al via in 3* trim

18.04.07

Paolo Scaroni e la “teoria degli headquarters”

Terza Repubblica – 10 Aprile 2007

Dall’amministratore delegato di Eni arriva un’idea per uscire dal declino.

“L’idea è semplice: nel capitalismo post-industriale un grande gruppo produce valore aggiunto per l’intero sistema economico non per quante unità produttive conta sul territorio, ma per l’insieme delle competenze che il suo “quartier generale” è in grado di mobilitare.”

Leggi l’articolo su “Terza Repubblica” (10/04/2007): Un’idea per uscire dal declino

16.04.07

Eni espande le estrazioni in Alaska

Eni ha concluso l’accordo per l’acquisizione e l’Operatorship del giacimento di olio di Nikaitchuq, situato nell’estremo Nord dell’Alaska.

“Eni, che deteneva già il 30% nel campo, possiede ora il 100% della titolarità. L’acquisizione, spiega una nota della società, è il risultato di un accordo raggiunto tra Eni e Kerr-McGee Oil and Gas Corporation, società controllata al 100% da Anadarko Petroleum Corporation. Nikaitchuq è il primo progetto che Eni potrà sviluppare in qualità di Operatore nella regione.”

Leggi l’articolo su “Kataweb News” (11/04/2007): Eni: Acquisisce quota 70% giacimento Nikaitchuq in Alaska

“L’acquisizione e’ il risultato di un accordo raggiunto tra Eni e Kerr-McGee Oil and Gas Corporation.”

Leggi l’articolo su “Borsa Italiana” (11/04/2007): Eni sale a 100% giacimento Alaska

“Per operare con successo e raggiungere i propri obiettivi in Alaska, Eni ritiene fondamentale lavorare in partnership con gli stakeholder per creare benefici reciproci.”

Leggi l’articolo su “La Repubblica” (11/04/2007): ENI: ACQUISISCE QUOTA 70% GIACIMENTO NIKAITCHUQ IN ALASKA

“Eni intende crescere a livello globale attraverso l’esplorazione di nuove aree di idrocarburi e gas naturale. Da questo punto di vista il Nord America continua a rivelarsi una zona ricca di promettenti opportunita’ e l’Alaska, con il suo elevato potenziale di risorse, rappresenta una di queste opportunita’.”

Leggi l’articolo su “Agi News” (11/04/2007): ENI: ACQUISISCE QUOTA 70% GIACIMENTO NIKAITCHUQ IN ALASKA

14.04.07

Eni: firmato l’accordo esplorativo in Congo

È stato siglato a Berzeville, l’accordo tra Eni e i ministri responsabili del Congo per l’attribuzione del permesso esplorativo “Marine XII”.

“L’ingresso nel “Marine XII” e la recente acquisizione del Campo di M’Boundi costituiscono un’ulteriore tappa nella crescita della presenza Eni in Congo e testimoniano il continuo impegno della Società nel perseguire nuove opportunità di business, sfruttando al meglio il proprio patrimonio di competenze ed esperienza che sono da sempre uno dei fattori di successo.”

Leggi l’articolo su “La Repubblica” (16/04/2007): Eni: Firmato Accordo esplorativo in Congo

“L’accordo — spiega una nota del gruppo guidato da Paolo Scaroni — conferisce a Eni il ruolo di Operatore dell’area con la quota del 90% in partnership con la Societé Nationale des Petroles du Congo (SNPC), che detiene il rimanente 10%, e consente l’immediato avvio dell’attività esplorativa con la campagna di acquisizione sismica tridimensionale (3D). “Marine XII” — sottolineano all’Eni — ha un interessante potenziale a gas e condensati, ed è in parte costituito da riserve certe.”

Leggi l’articolo su “Kataweb News” (14/04/2007): Eni: Firmato Accordo esplorativo in Congo

“Eni si e’ impegnata a sviluppare questo potenziale nel quadro di un progetto integrato per valorizzare il gas attraverso la realizzazione di una centrale elettrica da 300/450 Mw che sara’ costruita in prossimita’ del terminale di Djeno.”

Leggi l’articolo su “Borsa Italiana” (14/04/2007): Eni: esplorazione gas in Congo

14.04.07

Eni firma accordo esplorativo in Congo

L’accordo conferisce a Eni il ruolo di Operatore dell’area con la quota del 90% in partnership con la Société Nationale des Pétroles du Congo (SNPC), che detiene il rimanente 10%, e consente l’immediato avvio dell’attività esplorativa con la campagna di acquisizione sismica tridimensionale (3D) Leggi il testo completo (su Eni.it)

12.04.07

Eni investe nel petrolio dell’Alaska

Finanza & Mercati – 12 Aprile 2007
Eni alla conquista dell’Alaska: “Pronti ad investire 900 milioni di dollari”. Ieri la compagnia guidata da Paolo Scaroni ha acquistato da Anadarko Petroleum Corporation il 70% che ancora non possedeva e l’operatorship del giacimento di Nikaitchuq. Grazie all’accordo raggiunto, Eni sale ora al 100% del giacimento, che diventerà operativo entro la fine del 2009.

11.04.07

Eni acquisisce quota del 70% e l’Operatorship del giacimento di Nikaitchuq in Alaska

L’acquisizione è il risultato di un accordo raggiunto tra Eni e Kerr-McGee Oil and Gas Corporation, società controllata al 100% da Anadarko Petroleum Corporation. Leggi il testo completo (su Eni.it)

06.04.07

Eni partecipa al forum sulla sostenibilità

Greenplanet – 31 Marzo 2007

Si è svolto a Monza il forum sulla sostenibilità, per Eni è stata l’occasione per presentare il portale www.eniscuola.it.

“Eni invece, vuole educare le scuole sul tema dell’ambiente. Il portale www.eniscuola.it ne è un esempio: si tratta di un manuale sulla sostenibilità della multinazionale italiana.”

Leggi l’articolo su “Greenplanet” (31/03/2007): Forum sulla sostenibilità, successo per i due giorni di monza