L’Eni acquisisce asset dell’americana Dominion

Il colosso italiano ha acquisito le attività upstream della Dominion, una delle maggiori compagnie americane.

“Tra i giacimenti che Eni rileva con l’operazione, figurano i campi produttivi di Devils Towers, Triton e Goldfinger (operati di Eni con la quota del 75%), e quelli esplorativi di Front Runner (37,5% Eni), San Jacinto (operato da Eni con la quota del 53,3%), Q (50% Eni), Spiderman (36,7% Eni) e Thunderhawk (25%Eni). Questi giacimenti rappresenteranno il 70% delle riserve complessivamente acquisite da Eni nell’operazione.”

Leggi l’articolo su “Corriere della Sera” (30/04/2007): L’Eni acquisisce asset della Dominion

“L’operazione, spiega la nota, si inquadra nella strategia di Eni volta ad acquisire riserve di idrocarburi e incrementare la produzione in aree strategiche, dove crescere e rivestire il ruolo di operatore puntando sul proprio sofisticato know how e patrimonio tecnologico nelle operazioni di sviluppo in acque profonde.”

Leggi l’articolo su “La Repubblica” (30/04/2007): Eni: acquisisce asset americana Dominion a 4,7 mld usd

“L’operazione include asset di produzione, sviluppo ed esplorazione situati nelle acque profonde e nella parte continentale del Golfo del Messico, nelle acque territoriali texane e della Louisiana; l’acquisizione comprende anche il personale della Dominion basato a New Orleans. In circa il 60% delle licenze acquisite Eni avrà il ruolo di operatore.”

Leggi l’articolo su “La Stampa” (30/04/2007): Eni acquisisce asset della Dominion