“Scambio d’autore”, Georges de La Tour lascia il posto a sei artisti contemporanei

Si è conclusa con il successo decretato da 210mila visitatori la mostra dei capolavori di Georges de La Tour, L’Adorazione dei Pastori e San Giuseppe Falegname, organizzata da Eni con il museo del Louvre e il Comune di Milano. Il testimone passa ora a sei giovani street artist che, con la performance Scambio d’autore, danno vita ad un allestimento speciale.

Per tutta la notte del 9 gennaio sei giovani artisti milanesi, provenienti da differenti correnti espressive (poesia, arte pop, street art, graffiti, illustrazione e pittura), dipingeranno con colori acrilici ad acqua la struttura all’interno della Sala Alessi di Palazzo Marino utilizzata per allestire le opere di La Tour. La performance durerà circa 17 ore durante le quali il backstage del lavoro degli artisti verrà ripreso e mandato in streaming online sul sito www.lucisullarte.it.

Un trait d’union lega il passato del pittore francese e il presente dei sei artisti, tra il centro di Milano, dove il muro verrà dipinto, e la periferia della città, dove il muro verrà ricostruito. Scambio d’autore sarà infatti esposto nello spazio Superground a sud della città: un luogo nato dalle ceneri di una vecchia mensa operaia, che ospita attività artistiche, sociali, culturali e teatrali. L’esposizione sarà a ingresso libero dal 14 al 31 gennaio dalle 10 alle 19.

Gli artisti coinvolti nel progetto hanno alle spalle mostre e pubblicazioni personali e collettive, e si sono distinti nel panorama artistico nazionale. Tutti loro nascono dalla corrente della street art ma hanno sviluppato negli anni una propria personalità artistica ed espressiva che rende le loro opere uniche. L’evento è realizzato da Eni in collaborazione con il Comune di Milano, Art Kitchen (a cura di Jacopo Perfetti) e Aleart.