A Venezia una conferenza internazionale per discutere del futuro del pianeta, con Eni e Legambiente

“Energia sostenibile per tutti”: è questo il titolo della IV conferenza internazionale di EnergyThink promossa da Eni e Legambiente in programma oggi 13 marzo nel Salone degli Arazzi della Fondazione Giorgio Cini di Venezia (Isola di San Giorgio Maggiore). “Sustainable Energy for All”, appunto, cosa vuol dire davvero? Ad esempio significa cercare un modo per garantire accesso all’energia elettrica a 1,3 miliardi di persone che oggi ne sono tagliate fuori. E ancora: come migliorare le condizioni di vita e ridurre gli impatti sull’ambiente di 2,7 miliardi di persone che ancora dipendono dalle biomasse per cucinare e riscaldarsi? Quali tecnologie possono rispondere a due emergenze mondiali, troppo spesso in contrasto, come il gap energetico dei paesi più poveri e la salvaguardia ambientale della Terra? Sono questioni epocali per il futuro del pianeta, alle quali possono contribuire riflessioni e risposte diverse nel corso di questo 2012, che le Nazioni Unite hanno significativamente dichiarato International Year of Sustainable Energy for All.

L’incontro alla Fondazione Cini si apre con la lectio magistralis di uno dei maggiori esperti mondiali in tema di energia: Fatih Birol, direttore Studi economici IEA (International Energy Agency)  e responsabile dell’IEA World Energy Outlook, ritenuta la più importante pubblicazione internazionale del settore. Alla tavola rotonda, moderata dal giornalista Gianni Riotta, partecipano il presidente di Eni Giuseppe Recchi, il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, oltre a Roberto Bocca, Head of Energy Industries del World Economic Forum Energy, Shonali Pachauri dell’International Institute for Applied Systems Analysis (IIASA) di Vienna e Carlo Carraro, rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.