On the road, il libro dedicato a Eni è presente al Capalbio Libri 2012

Capalbio Libri è una manifestazione libraria che si svolge nell’omonima cittadina toscana dall’1 al 12 agosto e coinvolge un numero ingente di persone, appassionati di libri, su carta e in rete e tutti coloro che sono interessati alla sperimentazione di nuovi modi per la promozione della lettura. Oltre alla presenta degli autori, il festival vede la presenza di personalità della musica e dello spettacolo, musicisti e artisti vari che animano le serate in armonia con il tema trattato .

Capalbio Libri prevede dodici appuntamenti che offriranno ogni sera, a partire dalle 19, spunti di discussione e dibattito.

Eni è uno dei partner ufficiali della manifestazione, oltre ad essere presente con un volume fotografico che ripercorre la storia dell’azienda creata da Enrico Mattei.

On the road, pubblicato da Il Sole24Ore, è dedicato alle stazioni di servizio Eni ed è stato realizzato grazie al ricco patrimonio fotografico dell’archivio storico aziendale. Con più di 500 mila immagini, l’archivio fotografico Eni è uno dei più importanti depositi iconografici del panorama industriale italiano.

Il volume vuole omaggiare la rete di rifornimento, vista come luogo di transito e icona del viaggio moderno che testimonia l’evoluzione di un Paese negli anni del boom economico. Simbolo della cultura “on the road”, le stazioni di servizio sono depositarie di momenti di vita vissuta, documenti esemplari di una rivoluzione dei costumi e della società e oggi, con le stazioni multienergy, sono diventate un modello di riferimento in Europa nel segno dell’efficienza e della polifunzionalità.

Nel libro On the road trovano spazio anche dieci racconti originali, scritti da giovani autori provenienti dalla Scuola Holden di Alessandro Baricco, dove la stazione di servizio Eni entra a far parte integrante del tessuto narrativo.

Ad animare la serata di presentazione del libro saliranno sul palco di Piazza Magenta Mario Pirani, dirigente Eni proprio negli anni del boom economico che vide nascere le prime stazioni di servizio, poi direttore de L’Europeo; Daniele Protti, attuale direttore della testata e Alessandra Carini, giornalista di Repubblica.