Due giovani russi, vincitori del Premio Energy of adventure, saranno ospiti all’Istituto Donegani di Eni

Due giovani russi, Egor Gloshov e Maria Khromova, rispettivamente di 21 e 24 anni, sono risultati i vincitori del premio Energy of Adventure, che li porterà in giro per il mondo alla scoperta delle storie più interessanti connesse al tema dell’energia, dal gas flaring al cambiamento climatico. Il progetto, lanciato dall’organizzazione non-profit Global Energy, con sede a Mosca, si pone come obiettivo la possibilità, in un futuro prossimo, di una cooperazione globale in campo energetico, promossa attraverso proficui scambi interculturali.

Il loro viaggio, iniziato in Germania e proseguito in Francia, li porterà in Cina, Islanda, Israele, Kazakhstan e Corea del Sud per poi concludersi a Mosca. Ci sarà anche una tappa italiana, durante la quale Egor Gloshov  e Maria Khromova visiteranno il Centro Ricerche per le Energie non Convenzionali, l’Istituto Eni Donegani.

Le attività del Centro sono focalizzate sul programma di ricerca Along with Petroleum, lanciato da Eni nel 2007 e volto a conseguire breakthrough tecnologici nell’utilizzo dell’energia solare e delle biomasse, tema che sta particolarmente a cuore a Eni, in quanto fonti rinnovabili con maggiori potenzialità di utilizzo sostenibile, sia dal punto di vista ambientale che economico, oltre che su larga scala.

Una tappa importante anche per il percorso di studi svolto dai due vincitori. Maria Khromova ha conseguito una laurea in geofisica all’Università Statale di Mosca, mentre Egor Goloshov ha un interesse particolare per le fonti rinnovabili come l’energia eolica e il solare ed è attualmente iscritto alla Scuola Superiore di Economia di Mosca. I due vincitori, selezionati su 49mila partecipanti, racconteranno ogni tappa del loro viaggio su Facebook, Twitter e YouTube, rendendo, attraverso l’utilizzo dei social network, più semplici e accattivanti i temi spesso ostici legati al mondo dell’energia.

Leggi il testo completo (su eni.com)