Alla Bocconi una nuova cattedra in Energy Markets promossa da Eni

All’Università Bocconi di Milano, durante la Lectio Inauguralis, è stata presentata la nuova cattedra della Eni Chair in Energy Markets, promossa da Eni con l’obiettivo di sostenere attività di studio e analisi del mercato dell’energia. Titolare della cattedra è il direttore dello Iefe Bocconi (Istituto di economia e politica dell’energia e dell’ambiente), Michele Polo, che ha tenuto la lezione insieme a Jonathan Stern, presidente del programma di ricerca sul gas naturale dell’Oxford Institute for Energy Studies.

L’energia è l’argomento intorno al quale si snoda questa cattedra universitaria, sia in ambito didattico che nella ricerca e conferma l’attenzione di Eni sui temi dello sviluppo del know-how tipico del settore dell’oil & gas, della ricerca e della formazione accademica. Aree in cui Eni investe circa sessanta milioni di euro l’anno, con 3,7 milioni di ore di formazione erogate in ricerca e sviluppo e un portafoglio complessivo di circa ottomila tra brevetti e domande di brevetto che proteggono oltre mille invenzioni.

La nuova cattedra è stata resa possibile grazie all’accordo e al rapporto di collaborazione con il sistema universitario italiano e internazionale, con cui sono state siglate numerose partnership nell’ambito della formazione, della ricerca e dello sviluppo. E l’ateneo milanese è un’eccellenza in questo campo e Eni è suo partner strategico dal 2007. In Italia, in questo contesto, l’esperienza Eni si affianca ad altri accordi con altrettanti atenei, che hanno promosso lauree magistrali e master di secondo livello, come quelli in Ingegneria del Petrolio realizzati con il Politecnico di Torino, i Master in Progettazione Impianti Oil & Gas e in Sicurezza e Protezione Ambientale nell’industria Oil & Gas con l’Università di Bologna, e la laurea magistrale in Ingegneria Energetica, orientamento energetico idrocarburi con il Politecnico di Milano. A livello internazionale un posto d’eccellenza è occupato dalla Said Oxford Business School sulle tematiche di Corporate Reputation che prevede anche tre borse di studio da assegnare a brillanti studenti africani presso il College St. Antony della Oxford University, uno tra i più prestigiosi al mondo per gli studi sull’Africa. Inoltre Eni è partner dello statunitense MIT, il Massachussetts Institute of Technology dal febbraio 2008 fino al 2013 Accordo a cui è seguita nel 2011 l’alleanza strategica con la Stanford University.

Alla Lectio Inauguralis si confronteranno sul tema dell’evoluzione del mercato del gas naturale Guido Tabellini, il Rettore dell’Università Bocconi, Salvatore Sardo, Chief Corporate Operations Officer Eni, Michele Polo, a cui è assegnata la cattedra, Jonathan Stern, presidente Natural Gas Research Program presso l’Oxford Institute for Energy Studies e Guido Bortoni, presidente dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.