30.07.15

Eni: risultati del secondo trimestre e del primo semestre 2015

Il Consiglio di Amministrazione di Eni ha esaminato ieri i risultati consolidati del secondo trimestre e del primo semestre 2015 (non sottoposti a revisione contabile).

Leggi il testo completo (su eni.com)

30.07.15

Eni: nominato nuovo Amministratore

Il Consiglio di Amministrazione di Eni ha cooptato oggi come Amministratore Alessandro Profumo in sostituzione di Luigi Zingales, dimessosi il 2 luglio 2015. Il Comitato per le nomine ha supportato il Consiglio nelle valutazioni. Alessandro Profumo è consigliere non esecutivo e indipendente e al momento non è componente di nessun comitato interno.

Con riferimento al rapporto di coniugio che il Consigliere Alessandro Profumo ha con una dipendente della Società, il Consiglio, confermando la valutazione del precedente Consiglio, ha ritenuto che questo non pregiudichi i requisiti di indipendenza previsti dal Codice di Autodisciplina, in considerazione del rigore etico e professionale e della reputazione internazionale riconosciuti al Consigliere, nonché del fatto che l’attività lavorativa del coniuge si svolge presso una fondazione, soggetto autonomo rispetto a Eni SpA.

Leggi il testo completo (su eni.com)

28.07.15

Eni in Egitto

Un nuovo accordo che andrà ad integrare l’Head of Agreement (accordo quadro) è stato firmato dal Ministro del Petrolio e delle Risorse Minerarie egiziano, Sherif Ismail, e l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, alla presenza del Primo Ministro egiziano, Ibrahim Mahlab, e del Presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi.

L’accordo che andrà a perfezionare i precedenti rapporti di collaborazione siglati lo scorso mese di marzo per lo sviluppo delle risorse petrolifere in Egitto, conferma la la scelta strategica di Eni di operare nel Paese e la validità di un’alleanza tra l’azienda e le comunità locali che dura, ormai, da oltre 60 anni. I rapporti di Eni con l’Egitto hanno inizio nel lontano 1954 con la formula Mattei che ha imposto la via del dialogo e del rispetto delle culture nei paesi dell’approvvigionamento energetico.

Scopri il dossier Egitto su eni.com

28.07.15

Eni sponsor della campagna Adotta un Campione

“Adotta un Campione” è una campagna promossa ed organizzata da Special Olympics Italia, in occasione degli Special Olympics World Summer Games, che si terranno a Los Angeles dal 25 luglio al 3 agosto.

Eni è sponsor ufficiale della campagna che sostiene gli Special Olympics World Summer Games, ovvero il più grande evento umanitario e sportivo dell’anno e che vedrà coinvolti ben 7000 atleti, con disabilità intellettive, e 170 paesi. “Adotta un Campione” è la campagna di supporto che ha l’obiettivo di raccogliere i fondi necessari per coprire i costi della trasferta dei due atleti italiani che parteciperanno all’evento per la squadra nazionale.

Leggi la notizia su eni.com

28.07.15

Precisazione di Eni su un articolo di stampa

L’azienda Eni tiene a precisare che, in merito ad un articolo pubblicato da un quotidiano italiano relativo ad eventuali richieste di sanzione da parte della Sec o di altre autorità americane per l’acquisizione del blocco OPL245, non esistono reali comunicazioni in merito, nè l’azienda si ritrova in una situazione di “panico”, così come riportato nell’articolo di stampa.

Si ribadisce inoltre che non vi è stata alcuna condotta illecita relativamente all’acquisizione del blocco OPL245 in Nigeria così come anche rilevato dai controlli effettuati sulla vicenda e le cui risultanze sono depositate presso la Procura di Milano.

Leggi la notizia su eni.com

28.07.15

L’ AD di Eni Claudio Descalzi firma accordo con Ministro del Petrolio Sherif Ismail nell’ambito del vertice italo-egiziano

Il Ministro del Petrolio e delle Risorse Minerarie egiziano, Sherif Ismail, e l’Amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, alla presenza del Primo Ministro egiziano, Ibrahim Mahlab, e del Presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, hanno firmato un accordo che, a seguito dell’importante scoperta a gas effettuata da Eni nella concessione di Nile Delta, integra l’Head of Agreement (accordo quadro) siglato tra le parti lo scorso marzo con l’impegno a valutare congiuntamente le opportunità di sviluppo della scoperta rinegoziando i termini e l’estensione contrattuale della concessione stessa. Le stime preliminari indicano che il giacimento, situato nella licenza Abu Madi West nell’ offshore nel Delta del Nilo, possa contenere 15 miliardi di metri cubi di gas in posto, con ulteriore potenziale, a cui si sommano i condensati associati al gas. Eni sarà impegnata a sviluppare in tempi rapidissimi il nuovo potenziale per saturare la capacità di trattamento delle centrale gas di Abu Madi.

Leggi il testo completo (su eni.com)

22.07.15

Versalis cresce nel mercato asiatico degli elastomeri con Reliance

Versalis Pacific Trading (Shanghai), controllata di Versalis (Eni) produttore leader nel settore dei polimeri e degli elastomeri, ha annunciato di aver siglato un accordo con la società indiana Reliance Industries Ltd. per la commercializzazione della gomma stirene-butadiene (SBR) prodotta nel nuovo impianto indiano.

L’accordo per la vendita di SBR segue quello di licensing già siglato dai due partner nel 2011, quando Versalis ha concesso licenza tecnologica e know-how per la realizzazione di un’unità produttiva di gomma stirene-butadiene in emulsione da 140 mila tonnellate/anno presso il complesso Reliance di Hazira in India, puntando in particolare al segmento di mercato degli pneumatici e cogliendo l’opportunità dei piani di Reliance di espandere le attività nel mercato della gomma sintetica. Il nuovo impianto è ora in marcia e parte della sua produzione sarà distribuita da Versalis in Cina, dove l’industria automobilistica e degli pneumatici è in rapido sviluppo e rappresenta un grosso potenziale per i produttori di gomma.

Leggi il testo completo (su eni.com)

20.07.15

Eni: importante scoperta a gas nel Delta del Nilo egiziano

Eni ha effettuato un’importante scoperta a gas nel prospetto esplorativo Nooros, situato nella licenza di Abu Madi West, nel Delta del Nilo, 120 chilometri a nord-est di Alessandria d’Egitto.

Le stime preliminari indicano che il giacimento possa contenere 15 miliardi di metri cubi di gas in posto, con ulteriore potenziale, a cui si sommano i condensati associati al gas.

Eni ha ottenuto l’importante successo esplorativo attraverso il pozzo Nidoco NW 2 Dir, perforato a 3.600 metri di profondità e che ha incontrato uno spessore netto mineralizzato a gas di circa 60 metri in arenarie della sequenza Messiniana con ottime proprietà petrofisiche, oltre a livelli sottili nella sovrastante sequenza Pliocenica.

Leggi il testo completo (su eni.com)

16.07.15

Eni e lo scooter sharing di Enjoy

Parte da Milano il primo esperimento di scooter sharing realizzato da Enjoy: 150 scooter Piaggio MP3 saranno parte della prima flotta a disposizione dei clienti Enjoy di Eni. Il servizio di Free Floating è realizzato in partnership con il Gruppo Piaggio e Trenitalia e la tariffa di utilizzo prevista per il servizio di noleggio è di 0,35€ al minuto.

La presentazione del progetto di scooter sharing lanciato da Eni è avvenuto nella sala Convegni di Palazzo Reale a Milano, alla presenza del Sindaco, Giuliano Pisapia, dell’Assessore alla Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua Pubblica ed Energia, Pierfrancesco Maran, del Chief Refining & Marketing and Chemicals Officer di Eni, Salvatore Sardo, del Presidente ed Amministratore Delegato del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno e di Ernesto Sicilia, Direttore della pianificazione strategica di Trenitalia.

Scopri il dossier Enjoy scooter su eni.com

16.07.15

Parte a Milano il primo scooter sharing in modalita’ Free Floating targato Enjoy

Enjoy ha lanciato oggi il primo scooter sharing a rilascio libero, realizzato in partnership con il Gruppo Piaggio e Trenitalia.

La presentazione è avvenuta questa mattina nella sala Convegni di Palazzo Reale, alla presenza del Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, dell’Assessore alla Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua Pubblica ed Energia, Pierfrancesco Maran, del Chief Refining & Marketing and Chemicals Officer di Eni, Salvatore Sardo, del Presidente e Amministratore Delegato di Piaggio, Roberto Colaninno e di Ernesto Sicilia, Direttore pianificazione strategica di Trenitalia.

150 scooter a tre ruote Piaggio MP3 (versione 300LT Business ABS) costituiranno inizialmente la flotta a disposizione dei cittadini milanesi. I veicoli sono stati progettati e sviluppati in stretta collaborazione tra Eni e il Gruppo Piaggio per lo specifico utilizzo in modalità sharing e per garantire sicurezza e facilità d’uso: limitazione della velocità massima a 90km/h, dotazione di due caschi, cuffiette igieniche monouso, telecamere anteriori e posteriori ai fini di controlli di sicurezza in caso di incidenti o sinistri.

Leggi il testo completo (su eni.com)

14.07.15

Eni Foundation. Parte oggi il progetto “Il Teatro Fa Bene”

Parte oggi il Il Teatro Fa Bene (www.ilteatrofabene.it), progetto di teatro e informazione sanitaria per il Mozambico, ideato e sostenuto da Eni Foundation (www.eni.com/enifoundation), con il coordinamento di Jacopo Fo e Bruno Patierno. L’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere una migliore conoscenza sui temi della salute, con particolare riguardo alla maternità e alla cura dei neonati in un’area geografica in cui, insieme a Eni Foundation, opera anche la Ong Medici con l’Africa Cuamm.

Un gruppo di 7 attori mozambicani, selezionato tra oltre 100, è appena arrivato in Italia per partecipare al corso di 25 giorni alla Libera Università di Alcatraz, sulle colline sopra Perugia. Un team italiano di attori, videomaker e sceneggiatori collaborerà con gli attori provenienti dal Mozambico per preparare uno spettacolo che andrà in tournée nei villaggi dell’area di Cabo Delgado, nell’estremo nord del Mozambico, raggiungendo un pubblico di circa 25.000 persone.

Leggi il testo completo (su eni.com)

14.07.15

Il Teatro Fa Bene

E’ iniziato il progetto “Il Teatro Fa Bene” di Eni Foundation che mira alla realizzazione di un progetto di teatro per il Paese del Mozambico. Obiettivo è diffondere, mediante l’utilizzo di una leva esclusivamente culturale, una maggiore informazione sanitaria ed una migliore conoscenza sui temi della salute con particolare riguardo alla maternità e alla cura dei neonati.

Un team di attori, provenienti dalle zone del Mozambico, inizierà uno stage di formazione presso la Libera Università di Alcatraz a Gubbio dove, sotto il controllo e la supervizione del talento di Jacopo Fo, preparerà uno spettacolo teatrale da presentare, in autunno, ai villaggi in Mozambico per cercare di raggiungere un pubblico di circa 25.000 persone. Sono 7 gli attori coinvolti dal progetto culturale “Il Teatro Fa Bene”, 25 i giorni previsti per la formazione teatrale in Italia, 5 le tappe previste della rappresentazione per 5 diversi villaggi del distretto africano.

Scopri il dossier Il Teatro Fa Bene su eni.com

14.07.15

Eni confermata nell’indice di sostenibilità FTSE4Good

Eni è stata confermata per il nono anno consecutivo nell’indice FTSE4Good , uno tra i più prestigiosi indici borsistici mondiali di valutazione della responsabilità sociale delle imprese.

Quest’anno per la prima volta è stata utilizzata una nuova metodologia di valutazione applicata direttamente da FTSE.

Eni, entrata nell’indice nel 2007, conferma così la propria eccellenza in ambito di sostenibilità ambientale, rispetto dei diritti umani, corporate governance e trasparenza, relazioni con gli stakeholder e le comunità locali. Su questi parametri un apposito comitato indipendente da FTSE Group, la società emittente del FTSE4Good, seleziona le aziende da inserire nell’indice di eccellenza.

Leggi il testo completo (su eni.com)

13.07.15

L’Ad Eni Claudio Descalzi in visita alla Raffineria di Venezia

Terzo incontro per l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi con le raffinerie del Gruppo. Dopo la visita alle Raffinerie di Taranto e di Livorno, il 10 luglio è stata la volta della Green Refinery di Venezia, sempre nell’ambito del Programma Sicurezza Italia.

Così come nei due precedenti incontri anche a Venezia sono stati illustrati i risultati positivi raggiunti dall’impianto nel 2014 in termini di sicurezza, un obiettivo strategico per Eni. Anche la Raffineria di Venezia ha, infatti, registrato una diminuzione degli infortuni occorsi negli ultimi anni, nello specifico: da più di due anni senza infortuni al personale Eni e più di un anno senza infortuni a terzi.

Leggi la notizia su eni.com

13.07.15

Eni: prime conclusioni degli accertamenti sull’incendio in Nigeria

In merito all’incendio che si è verificato lo scorso 9 luglio durante i lavori di riparazione della linea onshore Tebidaba-Clough Creek, in Nigeria, precedentemente danneggiata da atti di sabotaggio, Eni comunica con grande rammarico che una delle tre persone rimaste ferite è deceduta presso la struttura ospedaliera presso la quale era ricoverata. Il bilancio dell’incidente è pertanto di 13 vittime e due feriti.

Eni precisa inoltre che, in seguito ai primi accertamenti che la società sta svolgendo in collaborazione con le autorità locali, appare verosimile che l’incendio sia stato innescato dai soggetti che avevano precedentemente operato sull’oleodotto per sottrarne il greggio. Alcuni testimoni locali, peraltro, hanno riferito di aver visto i sabotatori, al momento dell’arrivo della squadra di intervento per la riparazione della pipeline, proprio nel punto di sottrazione dell’olio dove gli stessi sabotatori avevano installato un’apposita valvola.

Leggi il testo completo (su eni.com)