Precisazione di Eni su un articolo di stampa

L’azienda Eni tiene a precisare che, in merito ad un articolo pubblicato da un quotidiano italiano relativo ad eventuali richieste di sanzione da parte della Sec o di altre autorità americane per l’acquisizione del blocco OPL245, non esistono reali comunicazioni in merito, nè l’azienda si ritrova in una situazione di “panico”, così come riportato nell’articolo di stampa.

Si ribadisce inoltre che non vi è stata alcuna condotta illecita relativamente all’acquisizione del blocco OPL245 in Nigeria così come anche rilevato dai controlli effettuati sulla vicenda e le cui risultanze sono depositate presso la Procura di Milano.

Leggi la notizia su eni.com

Tags: ,