28.09.15

Inaugurata una nuova Centrale di cogenerazione Enipower a Bolgiano

E’ stata inaugurata a Bolgiano la nuova Centrale di cogenerazione di Enipower, durante una cerimonia alla quale hanno partecipato il sindaco di San Donato Milanese, Andrea Checchi, Umberto Vergine, Midstream Gas&Power Chief Officer di Eni e Daniele De Giovanni, Amministratore Delegato di Enipower.

La nuova centrale di cogenerazione è stata realizzata in brevissimo tempo con l’obiettivo della massima efficienza energetica e rispettando i vincoli territoriali. Il nuovo impianto, alimentato a gas naturale, servirà a produrre energia e calore per le abitazioni private e gli uffici pubblici del comuni di San Donato Milanese.

Leggi la notizia su eni.com

24.09.15

L’Ad Eni Claudio Descalzi in visita al sito di Brindisi

L’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, ha visitato, la sede operativa di Brindisi dove l’azienda è presente con le sue società Versalis, Enipower e Syndial.

Il sito di Brindisi ha un enorme valore strategico per Eni sia per le potenzialità industriali che manifesta, che per i risultati raggiunti in termini di performance. L’importanza del sito operativo pugliese è confermata dall’investimento complessivo di 45 milioni di euro definito da Eni nei mesi scorsi per le attività di manutenzione e consolidamento dell’intera area. L’AD di Eni Descalzi, durante la sua visita ha incontrato il management e i dipendenti del sito di Brindisi, illustrando le linee strategiche previste dall’azienda per le diverse attività del centro e soffermandosi sull’importanza di un maggior impegno in termini di sicurezza e formazione.

Leggi la notizia su eni.com

23.09.15

Eni alla mostra LAND 25+1

Eni partecipa alla mostra LAND25, un tributo al paesaggio italiano che coinvolge ben 300 comuni in Italia. Per l’occasione la mostra LAND25 diventa LAND25+1 Omaggio al Paesaggio Italiano presentando una sezione del tutto nuova e dedicata interamente ai lavori che LAND realizza per l’azienda ENI nel territorio della Val D’Angri.

La collaborazione di Eni con LAND all’interno del paesaggio del Centro Olio Val d’Agri a Viggiano è la manifestazione di una condivisione d’intenti sull’importanza delle politiche di sviluppo per il territorio e della promozione di un’economia sostenibile in grado di rispettare la singolarità dei paesaggi nazionali.

Leggi la notizia su eni.com

22.09.15

Eni e RAI definiscono la lite pendente

Eni dichiara conclusa in termini transattivi la lite in atto con l’azienda RAI (Radiotelevisione Italiana s.p.a.). La lite era insorta relativamente al servizio intitolato “Ritardi con Eni” e messo in onda nell’ambito della trasmissione “Report” in data 16 dicembre 2012. Coinvolti nella controversia i dottori Milena Gabanelli e Paolo Mondani. La lite si è conclusa perchè le parti hanno riconosciuto la convenienza di comporre la controversia essendosi nel frattempo chiarite le principali questioni oggetto della causa.

21.09.15

Eni premiata Exploration Company del 2015 dal Petroleum Economist

Eni annuncia di aver vinto il Petroleum Economist Award, premio istituito nel 2006 dal prestigioso Petroleum Economist, come Exploration Company of the Year.

Nel corso di una cerimonia tenutasi ieri sera a Londra, un panel di esperti indipendenti rappresentativi di tutti i settori del mondo dell’Energia, guidato dal segretario generale dell’Opec Abdalla Salem El-Badri, ha consegnato a Eni il premio riconoscendo alla società un approccio innovativo alle attività di esplorazione insieme a una capacità unica di perseguire gli interessi del proprio business con successo, spesso in ambienti sfidanti.

La nomina di migliore società al mondo nella ricerca di gas e petrolio è un ulteriore riconoscimento dei numerosi successi esplorativi di Eni, che grazie alle sue elevate competenze geologiche e tecnologie di perforazione all’avanguardia, negli ultimi 7 anni ha realizzato scoperte per oltre 10 miliardi di barili di risorse.

Leggi il testo completo (su eni.com)

18.09.15

Eni sponsor del Premio internazionale di Giornalismo di Spotorno

In programma dal 18 al 20 settembre il Premio internazionale di Giornalismo di Spotorno, manifestazione culturale della quale Eni è sponsor.

Due i riconoscimenti che verranno assegnati in seno all’appuntamento di giornalismo internazionale: il PREMIO#SBARBARO ed il PREMIO#PRIMIZIE. Il primo è un riconoscimento dedicato ad un giornalismo che guarda con attenzione agli eventi dell’Europa e del mondo; il secondo, invece, è un premio dedicato ad un giornalismo innovatore e che definisce un’impostazione nuova ed originale di utilizzo del linguaggio di comunicazione e dei suoi strumenti. In giuria, a premiare le firme di valore, giornalisti e scrittori di fama come Gianni Riotta, Luca Sofri, Daria Bignardi.

Leggi la notizia su eni.com

18.09.15

Consiglio di Amministrazione Eni

Il Consiglio di Amministrazione ha nominato oggi Alessandro Profumo quale componente del Comitato per le nomine e del Comitato Sostenibilità e Scenari.

Inoltre, su proposta del Comitato per le nomine, il Consiglio ha modificato l’orientamento sul cumulo delle cariche degli amministratori in altre società, diminuendo il limite massimo di incarichi non esecutivi.

Le informazioni sui Comitati istituiti dal Consiglio e sull’orientamento sul limite al cumulo degli incarichi degli amministratori sono disponibili nella Sezione “Governance” del sito web della Società.

18.09.15

Consiglio di Amministrazione Eni

Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione odierna, ha deliberato di attribuire agli azionisti un acconto sul dividendo 2015 di €0,40 per ciascuna azione1 in circolazione alla data di stacco cedola del 21 settembre 2015 con messa in pagamento il 23 settembre 2015, come anticipato al mercato il 30 luglio scorso in occasione della pubblicazione dei risultati del secondo trimestre2.

Ai possessori di ADRs registrati entro il 22 settembre 2015, quotati alla Borsa di New York e rappresentativi ciascuno di due azioni Eni, sarà distribuito un acconto dividendo di €0,80 per ADR, pagabile il 7 ottobre 20153.

La società di revisione ha rilasciato il parere previsto dall’art. 2433-bis, comma 5, del codice civile.

L’acconto dividendo è stato deliberato sulla base della situazione contabile della capogruppo Eni SpA al 30 giugno 2015 redatta secondo gli IFRS, che chiude con l’utile netto di €3.649 milioni4.

17.09.15

Il Commissario europeo per l’azione per il clima e l’energia, Miguel Arias Cañete, incontra l’AD di Eni, Claudio Descalz

Il Commissario europeo per l’azione per il clima e l’energia, Miguel Arias Cañete, ha incontrato oggi a Roma l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi.

Nell’ambito dell’incontro, L’AD di Eni e il Commissario hanno discusso dello stato dei negoziati che condurranno al summit COP21 sul clima che si terrà a Parigi a dicembre: l’AD di Eni ha ribadito la necessità di un sistema globale di quotazione dei prezzi del carbonio (global carbon pricing mechanism) per fare fronte al preoccupante incremento del suo utilizzo nella generazione elettrica e per stabilire una parità di condizioni di mercato tra l’Unione europea e gli altri maggiori paesi industrializzati.

Leggi il testo completo (su eni.com)

16.09.15

Eni e Total firmano un accordo sulla tecnologia EST

Eni e Total hanno firmato un accordo di licenza per il diritto di uso della tecnologia EST (Eni Slurry Technology) ed hanno avviato oggi un progetto congiunto di cooperazione volto a valutare ed adattare questa tecnologia alle esigenze produttive di Total.

Sviluppata interamente in Italia dalla Ricerca Eni, EST è il piu’ innovativo ed avanzato processo di raffinazione attualmente esistente per convertire i prodotti pesanti in componenti più leggeri ed è impiegata industrialmente nella Raffineria di Sannazzaro dal 2013.

Leggi il testo completo (su eni.com)

14.09.15

Eni: lanciato con successo bond a tasso fisso

Eni ha lanciato oggi con successo un’emissione obbligazionaria a tasso fisso del valore nominale di 750 milioni di euro collocata sul mercato degli Eurobond nell’ambito del proprio programma di Euro Medium Term Notes in essere.

Il prestito obbligazionario ha una durata di 8 anni (scadenza gennaio 2024), paga una cedola annua del 1,75% e ha un prezzo di re-offer di 99,192%. I proventi dell’emissione saranno utilizzati per i fabbisogni ordinari di Eni.

Le obbligazioni saranno negoziate presso la Borsa di Lussemburgo e sono state acquistate da investitori istituzionali principalmente in Francia, Germania e Italia.

14.09.15

Eni confermata nel Dow Jones sustainability World Index e nel Dow Jones sustainability Europe Index

Eni è stata confermata, per il nono anno consecutivo, nel Dow Jones Sustainability World Index, l’indice di sostenibilità più noto a livello internazionale, migliorando il proprio punteggio.

Lanciato nel 1999, il Dow Jones Sustainability Index include i titoli di società che si distinguono per i risultati eccellenti raggiunti nella sostenibilità in ciascun settore. L’indice comprende complessivamente 317 titoli, selezionati da RobecoSAM in funzione di criteri economici, sociali e ambientali, tra i 2.500 titoli internazionali a maggiore capitalizzazione. Nel settore Oil&Gas sono state premiate 13 società su 97 candidate.

Il titolo Eni è stato confermato anche nel Dow Jones Sustainability Europe Index per l’ottavo anno consecutivo.

Questi risultati confermano l’attenzione che Eni rivolge costantemente allo sviluppo sostenibile e alla gestione responsabile del proprio business.

14.09.15

Eni: emissione obbligazionaria a tasso fisso

Eni ha dato mandato a Banca IMI, Deutsche Bank AG, HSBC, RBS e Société Générale Corporate & Investment Banking per l’organizzazione del collocamento di un’emissione obbligazionaria a 8 anni (scadenza gennaio 2024) a tasso fisso sull’Euromercato nell’ambito del proprio programma di Euro Medium Term Notes in essere.

L’emissione avviene in esecuzione di quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Eni il 20 gennaio 2015 nell’ambito del programma di Euro Medium Term Notes ed è volta a mantenere una struttura finanziaria equilibrata in relazione al rapporto tra indebitamento a breve e a medio-lungo termine e alla vita media del debito di Eni. Il prestito, destinato agli investitori istituzionali, sarà collocato compatibilmente con le condizioni di mercato e successivamente quotato alla borsa di Lussemburgo.

Il rating di Eni relativo al debito di lungo termine è A3 (outlook stable) per Moody’s e A- (outlook stable) per Standard & Poor’s.

11.09.15

Eni al Festivaletteratura di Mantova

Dal 9 al 13 settembre l’azienda Eni è partner del Festivaletteratura di Mantova 2015. Nell’ambito della manifestazione culturale Eni organizza l’incontro “energia in prospettiva – immagini e racconti d’autore dall’archivo Eni” – in collaborazione con Fondazione CAMERA, il Centro Italiano per la Fotografia e con la partecipazione di personaggi d’arte e di spettacolo come Lorenza Bravetta, Mario Calabresi, Neri Marcorè e Francesco Jodice.

E’ dal 2008 che Eni è partner della manifestazione di Mantova organizzando l’evento dedicato alla pubblicazione di testi apparsi negli anni Cinquanta e Sessanta sulla rivista interna dell’azienda. Ampio spazio per il festival è dedicato anche all’immagine con la pubblicazione di una selezione delle più belle fotografie d’autore provenienti dall’archivio storico di Eni.

Scopri il dossier Festivaletteratura di Mantova su eni.com

11.09.15

La sicurezza in Eni

Prosegue il Safety Road Show di Eni, una delle principali iniziative volute fortemente dall’azienda del cane a sei zampe che mira a condividere con management e dipendenti i successi ottenuti in tema di sicurezza negli ultimi anni da Eni. Obiettivo del progetto è anche quello di perseguire la strada iniziata e sensibilizzare, nonchè migliore la formazione del personale sul tema sicurezza.

Il Safety Road Show inaugurato con la prima visita nella città di Taranto il 12 giugno scorso, ad oggi ha già toccato altri siti operativi dell’azienda: il 2 luglio a Livorno, poi Venezia il 10 luglio, poi è stata la volta della città di Ravenna lo scorso 8 settembre con la presenza presso la sede Eni dell’Amministratore Delegato Claudio Descalzi. I risultati condivisi ad oggi dall’azienda solo per la città di Ravenna parlano di un risultato record di 4 milioni di ore lavorate senza infortuni. Altre tappe in Italia saranno previste nel prossimo periodo nell’ottica di valorizzazione dell’iniziativa Safety Road Show. “Non dobbiamo accontentarci degli ottimi risultati. Il miglioramento continuo è il nostro obiettivo principale, riducendo ancora di più il numero degli infortuni, fino ad arrivare al fatidico obiettivo zero injuries” conferma Giuseppe Ricci Executive Vice President, Health, Safety, Environment & Quality Department di Eni.

Scopri il dossier Sicurezza su eni.com