Eni: il Protocollo di Intesa per l’area di Gela procede nei tempi previsti

Si è svolto oggi presso il Ministero dello Sviluppo Economico un incontro con le Organizzazioni Sindacali, Regione Sicilia, Amministrazione Comunale di Gela, Mise ed Eni per verificare lo stato di attuazione del Protocollo di Intesa siglato il 6 Novembre 2014. Eni ha confermato che il Programma di rilancio delle attività industriali in Sicilia prosegue come previsto e che gli impegni assunti continuano a essere pienamente rispettati, tanto che a fine 2015 l’investimento di Eni è stato di circa 200 milioni di euro.

Le attività legate alla conversione della Raffineria di Gela in Green Refinery procedono come da Programma in attesa del rilascio della non assoggettabilità alla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA). Nel frattempo, sono stati avviati alcuni cantieri di preparazione alla fase di costruzione, che partirà subito dopo il rilascio delle autorizzazioni. Sono, inoltre, in corso le gare per l’approvvigionamento dei materiali per la realizzazione della fase di costruzione dove saranno impiegati appaltatori dell’indotto locale.

Leggi la notizia su eni.com

Tags: