Eni: Centro Olio Viggiano, la società chiederà al Tribunale del Riesame una rivalutazione del provvedimento di sequestro

Eni, al di là delle verifiche indipendenti effettuate attraverso esperti nazionali e internazionali, ritenendo innanzitutto proprio interesse primario chiarire in modo assoluto che le proprie attività sono condotte nel rispetto dell’ambiente e della legge, ha deciso di chiedere al più presto al Tribunale del Riesame una rivalutazione del provvedimento di sequestro. Inoltre, al fine di fare chiarezza su aspetti tecnici su cui appaiono sussistere valutazioni difformi e controverse, Eni intende chiedere l’accertamento in campo e in contraddittorio, mediante un incidente probatorio, della correttezza delle modalità di operatività dell’impianto e in particolare della mancanza di pericolosità delle acque reiniettate.

Leggi il testo completo (su eni.com)