30.05.16

Vita in Piattaforma

Con “Vita in Piattaforma” Eni partecipa alla Giornata della Tartaruga marina, il 26 maggio presso la sede della Fondazione Cetacea a Riccione, permettendo agli alunni delle scuole primarie ravennati, che hanno partecipato al progetto, di assistere al rilascio in mare dalla spiaggia di una tartaruga marina riabilitata.

Nato da un’idea Eniscuola, in sinergia con il Distretto Centro-Settentrionale Upstream di Eni “Vita in Piattaforma” si avvale della collaborazione della Fondazione Eni Enrico Mattei e la Fondazione Onlus Cetacea, per la parte didattica e laboratoriale e ha lo scopo di favorire la conoscenza della ricchissima flora e fauna del nostro Mar Adriatico, in particolare la grande biodiversità e gli habitat che si creano attorno alle piattaforme estrattive.

Scopri il dossier Vita in Piattaforma su eni.com

30.05.16

Eni: il progetto Vita in Piattaforma porta le scuole alla scoperta del Mare Adriatico

E’ stato presentato oggi, in occasione della terza giornata della Tartaruga Marina, il progetto Eni “Vita in piattaforma‘, rivolto agli studenti delle scuole elementari e pensato per favorire la conoscenza della ricchissima flora e fauna del Mare Adriatico, in particolare la grande biodiversità e gli habitat che si creano intorno alle piattaforme estrattive.

L’evento, che si è svolto alla presenza delle Istituzioni locali e dei 140 piccoli alunni delle scuole elementari ravennati che hanno partecipato al progetto, si inserisce nel programma di iniziative promosse per la Giornata Europea della Biodiversità ed è organizzato dalla Rete Regionale Emilia Romagna per la conservazione delle Tartarughe Marine e dei Cetacei presso la sede della Fondazione Onlus Cetacea.

Leggi la notizia su eni.com

30.05.16

Eni: ammissione alle negoziazioni delle Obbligazioni equity-linked Euro 400.000.000 con scadenza al 2022 emesse da Eni S.p.A.

Eni rende noto che il prestito obbligazionario di Eni S.p.A. equity-linked da Euro 400 milioni, emesso e regolato in data 13 aprile 2016 e con scadenza al 2022, è stato ammesso alle negoziazioni presso il sistema multilaterale di negoziazione di Borsa Italiana S.p.A. denominato “ExtraMOT – Segmento Professionale‘. La data di avvio delle negoziazioni è il 27 maggio 2016.

30.05.16

Il Consiglio di Amministrazione di Eni conferma l’indipendenza e la partecipazione ai Comitati Consiliari del Consigliere Profumo

Il Consiglio di Amministrazione di Eni, previa istruttoria del Comitato per le Nomine, ha accertato in capo al Consigliere Alessandro Profumo – nominato dall’Assemblea di Eni il 12 maggio 2016 e già cooptato dal Consiglio di Amministrazione il 29 luglio 2015 – il possesso dei requisiti per la carica e, in particolare, di quelli di indipendenza previsti dalla legge e dal Codice di Autodisciplina, confermando le precedenti valutazioni già rese note al mercato al momento della cooptazione e nella Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari 2015 (disponibile sul sito internet della società all’indirizzo www.eni.com).

Leggi il testo completo (su eni.com)

25.05.16

L’accesso all’energia in Ghana

Alla presenza del Presidente della Repubblica del Ghana, John Dramani Mahama, si è svolta il 30 aprile a Sanzuele (distretto Ellembelle, regione occidentale) la cerimonia per l’inizio dei lavori a terra relativi all’Offshore Cape Three Points (OCTP) Gas Project.

Dopo la rituale apertura della cerimonia con l’inno nazionale, le preghiere e le rappresentazioni della comunità di Sanzuele, il Managing Director di Eni Ghana, Fabio Cavanna, ha presentato il progetto a nome della Joint Venture OCTP.

Scopri il dossier Energia in Ghana su eni.com

24.05.16

Green Diesel ed Eni Diesel +

Per Eni, la ricerca di nuove soluzioni nel campo dei carburanti è come un motore sempre a pieno regime: l’ultimo importante traguardo si chiama Green Diesel, frutto dell’innovativa tecnologia Ecofining™ sviluppata in collaborazione con Honeywell UOP.

Questo componente, ottenuto dall’idrogenazione di oli vegetali, ha caratteristiche migliori dei biodiesel tradizionali. Il nuovo componente viene prodotto nella Bioraffineria Eni di Venezia, primo esempio al mondo di riconversione “bio” di una raffineria preesistente e, addizionato al gasolio, dà vita a Eni Diesel +.

Scopri il dossier Green Diesel su eni.com

24.05.16

Eni: sequestro Centro Olio Viggiano, la società presenta ricorso in Cassazione e istanza di dissequestro sulla base dell’elaborazione di una nuova possibile soluzione operativa

In merito al procedimento giudiziario relativo al Centro Olio di Viggiano, Eni ha presentato in data odierna ricorso in Cassazione in relazione alla decisione del Tribunale di Riesame di Potenza sul sequestro dell’impianto.

Come noto, in sede di sequestro era stato indicato come possibile l’uso dell’impianto a condizione che l’acqua estratta non fosse più reiniettata nel pozzo e fosse altresì modificata la qualifica CER del fluido risultante dal processo produttivo, soluzione che, come già spiegato dalla società, non risultava praticabile dal punto di vista industriale ed era incoerente con il quadro autorizzativo vigente per l’impianto.

Leggi la notizia su eni.com

20.05.16

Grazie alla partnership Chicco-Enjoy, la mobilità sostenibile e il servizio car sharing diventano a misura di bambino e di famiglia

Il successo riscosso dalla Children Hospitality di Chicco in Expo ha confermato quanto sia importante offrire alle famiglie servizi a misura di bambino per vivere anche il “fuori casa‘ in serenità. La partnership siglata da Chicco ed Enjoy nasce proprio dalla volontà di rendere più semplici e senza pensieri gli spostamenti urbani per tutti gli utenti che hanno bimbi piccoli, garantendo a genitori e bambini tutto il comfort e la sicurezza per un viaggio in città.

Chicco ed Enjoy di Eni hanno messo in campo la propria esperienza e i propri prodotti per rendere la mobilità sostenibile e il car sharing anche a misura dei più piccoli, ”firmando’ un nuovo servizio innovativo: “Welcome Baby‘. Da oggi, quindi, nella città di Milano gli utenti troveranno installato, su 50 auto, modello Fiat 500, il seggiolino Chicco Seat UP 012 nella configurazione Gruppo 1 Isofix, adatta per tutti i bambini con peso tra i 9 e 18 kg (indicativamente da 1 a 4 anni).

Leggi la notizia su eni.com

19.05.16

Eni con l’Italia: il cane a sei zampe si colora di azzurro

Eni è Top Sponsor delle squadre nazionali della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) fino al 2018. L’accordo triennale è stato anticipato oggi a Coverciano durante la conferenza stampa dello stage pre-ritiro degli Europei. Il triennio include due eventi di massima rilevanza: i Campionati Europei 2016 in Francia e i Mondiali 2018 in Russia.

Lo sport è per Eni lingua universale e luogo di incontro tra diverse culture, con valori condivisibili di spirito di squadra e reciproco rispetto. La Nazionale di calcio italiana gode di straordinaria notorietà e seguito a livello internazionale, risultando una delle più amate nel mondo. Eni ha scelto di sostenerla, riconoscendone il valore di simbolo unificante e con l’intento di esprimere la propria vicinanza al Paese.

Leggi la notizia su eni.com

18.05.16

Eni in Sicilia presenta alle Università le tecnologie innovative per l’energia e l’ambiente

Oggi presso le Università di Palermo e di Catania si sono svolte due importanti workshop scientifici promossi da Eni nell’ambito delle Eni Award Lectures, un progetto che si inserisce all’interno delle iniziative del Premio Eni Award, punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca nelle tematiche dell’energia e dell’ambiente, che ogni anno porta in Italia alcuni tra i più importanti ricercatori del mondo.

L’evento fa parte del Programma di sviluppo dell’area di Gela siglato con il Protocollo di Intesa tra Eni, Regione Sicilia e diversi attori istituzionali presso il Ministero dello Sviluppo Economico il 6 novembre 2014. Nell’ambito dell’Accordo, che prevede un piano di investimenti quadriennale pari a 2,2 miliardi di euro su diverse linee di intervento industriale per il rilancio del territorio, si inseriscono anche le attività di collaborazione per la realizzazione di iniziative legate all’ambiente e orientate allo sviluppo di tecnologie innovative.

Leggi la notizia su eni.com

17.05.16

Eni Safety Day: nel 2015 ridotti gli infortuni del 40%

Si è svolto oggi il V° “Safety Day” di Eni alla presenza del Presidente, Emma Marcegaglia, e dell’Amministratore Delegato, Claudio Descalzi, nel corso del quale sono stati presentati i positivi risultati raggiunti da Eni nella sicurezza.

Anche per il 2015 impegno, professionalità e cultura della sicurezza hanno consentito a Eni di confermare le performance migliori in ambito HSE fra tutte le società del comparto Oil&Gas, attestandosi su un indice di frequenza degli infortuni per milione di ore lavorate pari allo 0,2, con una riduzione del 40% rispetto al 2014 e in un ulteriore miglioramento del 10% nel primo trimestre 2016. Un risultato di eccellenza anche nel confronto con l’indice di frequenza infortuni con assenza dal lavoro della media italiana ed europea, che mostra valori superiori al 10 sia per il settore industriale che per tutti i lavoratori in generale.

Leggi il testo completo (su eni.com)

16.05.16

Claudio Descalzi all’Assemblea degli Azionisti Eni

L’AD di Eni Claudio Descalzi e il Presidente di Eni Emma Marcegaglia hanno presentato i risultati delle attività dell’anno 2015 e definito il piano strategico previsto per il triennio 2016-2019 agli azionisti Eni durante l’Assemblea annuale della Società tenutasi nella sede di Roma il 12 maggio scorso.

“Eni riconosce la sfida posta dai cambiamenti climatici e la necessità di limitare entro questo secolo l’aumento della temperatura a 2°C rispetto all’era preindustriale. Tuttavia la domanda di energia continuerà a crescere nei prossimi decenni spinta dalla crescita demografica ed economica delle economie emergenti. Le energie rinnovabili pur avendo un ruolo sempre più importante nella fornitura di energia non potranno, nel medio termine, sostituire integralmente gli idrocarburi e in particolare il gas naturale continuerà a soddisfare una parte fondamentale del fabbisogno mondiale di energia, anche negli scenari a minore intensità di carbonio”, queste le parole dell’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi.

Scopri il dossier Assemblea 2016 su eni.com

13.05.16

Eni sponsor del progetto ORTI

Eni è sponsor del Progetto Osservatorio sulle Relazioni fra territori e imprese (ORTI), promosso da I – Com, Istituto per la Competività.

Nell’ambito dell’iniziativa, venerdì 13 maggio, il secondo evento pubblico “LA PUGLIA CHE COLLABORA. Imprese ed amministrazioni territoriali alleate per lo sviluppo e l’innovazione”,a Bari dalle ore 15.00 alle ore 19.45, presso la Sala consiliare della Città metropolitana.

Per l’occasione sarà presentato un report sull’economia regionale pugliese e sui rapporti tra imprese e territori. Lo studio fornirà un outlook sulla capacità di attrazione degli investimenti, sul grado di innovazione dell’industria regionale e lo stato di reti e infrastrutture.

Leggi la notizia su eni.com

13.05.16

Eni: l’Assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2015

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti che si è tenuta in data odierna ha deliberato:

– utile di esercizio 2015 a 1,92 miliardi di euro
– dividendo di 0,8 euro per azione
– nomina ad Amministratore di Alessandro Profumo
– deliberazione favorevole alla Relazione sulla remunerazione

Leggi il testo completo (su eni.com)

13.05.16

Eni: prende il via un modello unico di integrazione tra business tradizionale e generazione di energia da fonti rinnovabili

Eni compie nuovi e importanti passi nel proprio impegno sul fronte del climate change inaugurando un modello unico di integrazione tra business tradizionale e produzione di energia da fonti rinnovabili. In Italia, Pakistan ed Egitto, la società realizzerà i primi progetti di generazione elettrica da fonti rinnovabili localizzandoli presso i propri impianti e aree industriali, in modo da cogliere tutte le possibili sinergie logistiche, contrattuali e commerciali con le attività tradizionali dell’azienda, e riqualificare e valorizzare aree industriali attualmente inutilizzate.

Si tratta di un modello inedito di riutilizzo virtuoso di aree industriali dismesse, bonificate o non utilizzate, che vengono rilanciate attraverso la realizzazione di impianti di generazione energetica a emissioni zero.

Leggi il testo completo (su eni.com)