Le meravigliose Saline Conti Vecchi

Grazie alla partnership tra Eni Syndial e il Fondo Ambientale Italiano (FAI) dal 28 maggio 2017 è possibile visitare le saline dello stagno di Santa Gilla per conoscerne la dimensione culturale e naturalistica. E per apprezzare l’elevata biodiversità di una delle più importanti aree umide d’Europa. Oltre 40.000 esemplari di uccelli acquatici di 50 specie diverse popolano l’area delle Saline Conti Vecchi.

I fenicotteri rosa, che in questa laguna hanno trovato il loro habitat naturale, dipingono su una tela bianco-azzurra un paesaggio unico e quasi fiabesco. All’interno di questa oasi naturale, le saline e lo stabilimento industriale Ing. Luigi Conti Vecchi risultano armonicamente integrati: per il FAI è la prima esperienza di gestione e valorizzazione di un progetto imprenditoriale in un sito minerario ancora produttivo.

Scopri il dossier Assemini su eni.com

Tags: