Eni perfora con successo un nuovo pozzo nell’offshore messicano e incrementa le stime del potenziale dell’Area 1 a 1,4 miliardi di barili di olio equivalenti

Eni ha inoltre firmato tre nuove licenze di esplorazione e produzione nel bacino di Sureste, per i blocchi 7, 10 e 14 ottenuti in seguito all’esito della prima gara internazionale della Ronda 2.

Leggi il testo completo (su eni.com)

Tags: