Hera ed Eni: si rafforza la partnership, per raccogliere 1.500 tonnellate all’anno di oli vegetali esausti da trasformare in biocarburante

Aumentano i contenitori stradali a disposizione dei cittadini e aumentano le quantità di olio vegetale esausto di provenienza domestica raccolte da Hera. Olio che la multiutility consegna poi a Eni affinché possa passare da rifiuto a materia prima seconda per la produzione di biocarburante. Importanti i vantaggi ambientali dell’iniziativa, sia sul piano delle minori emissioni di CO2 sia per la tutela della risorsa idrica

Leggi la notizia su eni.com

Tags: