21.08.17

Meeting per l’amicizia fra i popoli

Dal 20 al 26 agosto 2017 Eni è partner del Meeting di Rimini. Anche quest’anno Eni partecipa al Meeting di Rimini. Nel suo spazio espositivo verrà interpretato il tema “Quello che erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo”: tratto dall’opera “Faust” di Goethe, opera che pone l’accento sul bisogno di riappropriarsi di ciò che ci è stato lasciato in eredità.

Il racconto interattivo proposto da Eni si articola in quattro hub tematici in modalità edutainment: access to energy, energy mix, solar tech e waste-to-fuel. Per ogni tema storie e giochi.

Scopri il dossier Meeting Rimini 2017 su eni.com

21.06.17

Eni a Caterraduno 2017

Dal 29 giugno al 2 luglio Eni è a Senigallia come partner di CaterRaduno. La novità di quest’anno? “ENERGITALY”, un grande laboratorio a cielo aperto, inserito nella cornice della Rotonda a Mare di Senigallia.

Un’ iniziativa che Eni sostiene da anni e che si inserisce nell’ambito dell’impegno che l’azienda sta portando avanti per lo sviluppo delle attività energetiche in Italia, insieme alla continua valorizzazione delle nuove generazioni attraverso lo sport, come strumento di formazione e promozione sociale.

Scopri il dossier Caterraduno 2017 su eni.com

09.06.17

Il mare: passione e opportunità

Ogni goccia d’acqua che beviamo, ogni boccata d’aria che respiriamo, ci collega all’oceano. Senza blu, niente verde.

In occasione della Giornata Mondiale degli oceani, Eni ha deciso di partecipare a una grande iniziativa che ha l’obiettivo di raccontare agli studenti le opportunità che il mare può offrire in termini lavorativi attraverso testimonianze dirette di chi al mare ha dedicato la vita: archeologi subacquei, biologi marini, addetti al turismo di zone marine, Capitaneria di Porto, uomini di piattaforme petrolifere. Per ognuno di loro il mare non è solo una grande distesa d’acqua, ma un’opportunità e una grande passione.

Scopri il dossier Il Mare su eni.com

07.06.17

Sito istituzionale, un anno dopo

Il nuovo eni.com compie un anno. Analisi dei dati e il motore di ricerca Ask now: ecco come è cambiata la strategia di comunicazione digitale di Eni.

A giugno 2016 abbiamo dato forma a una strategia di comunicazione completamente rinnovata, fondata sul nuovo eni.com, con Enipedia e un motore di ricerca, Ask now, in grado di rispondere alle domande sul mondo Eni – e, più recentemente, una control room tecnologicamente avanzata, il Data Science Lab. È qui che monitoriamo le conversazioni sui canali web e social in tutto il mondo allo scopo di progettare strategie efficaci, mirate e immediate. Ma le novità non finiscono qui…

Scopri il dossier Eni.com compie un anno

06.06.17

#ALL4THEGREEN

Oltre 70 iniziative sull’economia circolare: una grande alleanza tra istituzioni, associazioni e aziende per promuovere lo sviluppo sostenibile e rendere la tutela ambientale un fattore di crescita.

A rendere unico il G7 Ambiente ospitato dall’Italia a Bologna è #ALL4THEGREEN, un ricchissimo palinsesto di eventi, concerti e manifestazioni sotto le due Torri: oltre 70 appuntamenti in programma dal 5 al 12 giugno a Bologna, per preparare e accompagnare il G7 Ambiente.

Scopri il dossier #ALL4THEGREEN su eni.com

05.06.17

Eni in Kenya

Eni è presente in Kenya con attività esplorative in una fase molto iniziale. Ma l’attenzione dell’azienda al territorio è elevata perché i partenariati nascono forti solo se partono bene fin dall’inizio.

Dal giugno 2012 Eni opera, attraverso la sua consociata Eni Kenya B.V., in tre blocchi nel deep offshore del Paese, al confine con le acque somale, in una profondità d’acqua tra 2.800 e 4.000 metri. Nell’ambito dei contratti in vigore sono previsti investimenti obbligatori minimi in progetti per il territorio e le comunità. Tale attività è attualmente rappresentata da interventi relativi all’accesso all’acqua e alla sanità in corso sulla costa, al confine con la Somalia, nella Contea di Lamu, ed è regolata da un Memorandum of Understanding (MoU) con la Contea stessa. Il progetto sul campo profughi di Dadaab si imposta a latere di questi impegni e rappresenta un contributo aggiuntivo ai nostri obblighi.

Scopri il dossier Eni in Kenya su eni.com

21.05.17

Le meravigliose Saline Conti Vecchi

Grazie alla partnership tra Eni Syndial e il Fondo Ambientale Italiano (FAI) dal 28 maggio 2017 è possibile visitare le saline dello stagno di Santa Gilla per conoscerne la dimensione culturale e naturalistica. E per apprezzare l’elevata biodiversità di una delle più importanti aree umide d’Europa. Oltre 40.000 esemplari di uccelli acquatici di 50 specie diverse popolano l’area delle Saline Conti Vecchi.

I fenicotteri rosa, che in questa laguna hanno trovato il loro habitat naturale, dipingono su una tela bianco-azzurra un paesaggio unico e quasi fiabesco. All’interno di questa oasi naturale, le saline e lo stabilimento industriale Ing. Luigi Conti Vecchi risultano armonicamente integrati: per il FAI è la prima esperienza di gestione e valorizzazione di un progetto imprenditoriale in un sito minerario ancora produttivo.

Scopri il dossier Assemini su eni.com

18.05.17

Eni con l’Italia

Un grande evento per raccontare cosa fa Eni in Italia: lo scorso 11 maggio 2017, nei laboratori di ricerca Eni di Bolgiano, il Presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, e l’AD, Claudio Descalzi, hanno incontrato gli studenti coinvolti in tutte le iniziative Eni per la formazione, i docenti ed esponenti del mondo industriale, media ed istituzioni.

L’evento ha rappresentato un’occasione per discutere con gli studenti delle prospettive dello scenario energetico nazionale e internazionale e delle strategie di Eni per creare valore nel lungo termine.

Scopri il dossier Eni con l’Italia su eni.com

13.04.17

Eni risponde a Report

Eni risponde alla trasmissione Report: i processi si fanno nella aule giudiziarie, non in tv.

Il commento di Eni in diretta Facebook ai temi esposti nel programma Report del 10 aprile. Marco Bardazzi, direttore Comunicazione Esterna, Marco Bollini, direttore degli Affari Legali e il suo predecessore Massimo Mantovani.

Scopri il dossier Eni e Report su eni.com

12.04.17

Eni a Ravenna

La produzione di idrocarburi e la chimica sono le principali attività Eni a Ravenna. Lunedì 10 aprile 2017 è stato presentato il piano di investimento di Eni in attività di sviluppo e mantenimento degli asset nell’offshore ravennate che prevede investimenti per i prossimi quattro anni.

Considerato un fattore di crescita per l’economia locale, l’Upstream riceverà oltre due miliardi di euro. Martedì 11 sono state presentate le attività e le prospettive di Versalis a Ravenna, elemento centrale della chimica Eni.

Scopri il dossier Eni a Ravenna su eni.com

24.03.17

Giornata mondiale dell’acqua

Il 22 marzo si celebra la Giornata mondiale dell’acqua istituita dalle Nazioni Unite nel 1993, per evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. L’acqua è un bene prezioso, essenziale non solo per sopravvivere e proteggere la propria salute, ma anche di vitale importanza per la creazione di posti di lavoro e per sostenere lo sviluppo economico, sociale e umano.

Parliamo in questo dossier di alcune best practice che Eni porta avanti nei Paesi in cui opera, con particolare attenzione ai progetti di accesso all’acqua per le comunità locali. E a quei casi dove diventa anche sinonimo di integrazione sociale.

Scopri il dossier Acqua su eni.com

07.03.17

La nostra posizione sul caso OPL245

Qual è la posizione di Eni sul caso OPL245? Ecco l’iter della compra-vendita del blocco OPL245 e il ruolo del Governo della Nigeria nella trattativa.

Lo sviluppo del blocco esplorativo 245 era da anni sospeso a causa di un contenzioso internazionale tra Shell, Malabu e il Governo Federale Nigeriano. Nel 2010 Eni, che era già titolare del blocco limitrofo 244, ha avviato negoziazioni con gli advisor finanziari internazionali di Malabu per l’acquisto di una possibile partecipazione nel Blocco OPL 245 dalla società Malabu.

Scopri il dossier OPL245 Nigeria su eni.com

21.02.17

Accesso all’energia in Ghana

Da Singapore al Ghana: la FPSO John Agyekum Kufuor pronta a salpare. A Singapore la cerimonia di battesimo dell’unità galleggiante di produzione e stoccaggio (floating production, storage and offloading, FPSO) “John Agyekum Kufuor”. Andrà ad operare nel campo di Sankofa-Gye Nyame nel bacino di Tano, nell’offshore del Ghana, per Offshore Cape Three Points (OCTP), il progetto che permetterà la fornitura di gas domestico a centrali termiche nazionali per oltre 15 anni.

L’Offshore Cape Three Points (OCTP) è un progetto integrato di sviluppo dell’Oil & Gas e rappresenta un importante contributo per l’accesso all’energia in Ghana. Lo sviluppo delle risorse nazionali di gas in Ghana rappresenta un’alta priorità per migliorare l’accesso all’energia nel Paese.

Scopri il dossier Energia in Ghana su eni.com

19.01.17

Eni per l’Italia

Al via la nuova campagna istituzionale Eni: “Eni per l’Italia”, il lavoro delle persone di Eni che arrichisce il Paese.

<<Siamo nati in Italia nel 1953. Da allora non abbiamo mai smesso di valorizzare le attività sviluppate sul territorio nazionale e le persone impiegate. La campagna “Eni per l’Italia”, suddivisa in cinque spot, racconta come è stato possibile creare oggetti modellando la carta dei progetti: gli origami che le mani realizzano hanno la forma del sole, di uno zaino, di un’automobile, di un oculus rift>>.

Scopri il dossier Eni per l’Italia su eni.com

14.12.16

Investor Day 2016

L’Amministratore delegato Claudio Descalzi ha illustrato alla comunità finanziaria internazionale a New York evoluzione, risultati e prospettive della strategia di trasformazione avviata nel 2014.

In meno di tre anni abbiamo conseguito la più elevata crescita organica dell’industria con un aumento di oltre il 15% della produzione, pari a oltre 250.000 barili al giorno, e siamo vicini a raggiungere il record di produzione della società nonostante una riduzione dei Capex del 33% e degli Opex del 23%. Continueremo a implementare la nostra strategia e a creare valore, basandoci sulla nostra forza nell’esplorazione e sui grandi progetti che avvieremo nel prossimo futuro, valorizzati dai nostri modelli di sviluppo e dal dual exploration model, che ci consentono di ottimizzare e anticipare la creazione di valore.”

Scopri il dossier Investor Day su eni.com