05.06.18

Eni: a Porto Marghera inizia la raccolta di oli alimentari esausti dei dipendenti da trasformare in biocarburante

Eni, prima al mondo ad avere trasformato una raffineria tradizionale in Bioraffineria grazie a una tecnologia proprietaria, avvia oggi la prima raccolta di oli alimentari esausti prodotti nelle abitazioni dei propri dipendenti affinché siano trasformati in biocarburanti di alta qualità.

Leggi il testo completo (su eni.com)

03.01.18

Eni, accordo di programma con Utilitalia e Conoe: gli oli fritti vegetali esausti prodotti dai dipendenti della compagnia saranno raccolti e trasformati in biocarburanti di elevata qualità

L’accordo permetterà a Eni di siglare, con le diverse aziende di raccolta e gestione dei rifiuti che operano nelle città dove la società è presente, accordi specifici per l’installazione e gestione di sistemi di recupero degli oli.

Leggi il testo completo (su eni.com)

25.05.17

Da inquinanti a biocarburanti

Grazie all’accordo firmato con il Conoe, in un’ottica di economia circolare, Eni riutilizzerà gli oli esausti per produrre biocarburanti.

Leggi la notizia su eni.com

18.05.17

Eni – Conoe, sottoscritto accordo per trasformare gli oli vegetali esausti in biocarburanti di alta qualità

L’accordo consente di mettere in atto un circuito virtuoso di “Economia Circolare” che si chiude con la trasformazione, nell’ambito di impianti industriali nazionali, degli oli esausti in biocarburanti di alta qualità, valorizzando pienamente una risorsa energetica nazionale.

Leggi il testo completo (su eni.com)