02.08.17

Aquatic Life Lab: Eni vince per la seconda volta il bando Erasmus Plus

Con il sostegno dell’Unesco e il finanziamento dell’Unione Europea 160 studenti studiano la biodiversità marina nei pressi delle piattaforme.

Leggi la notizia su eni.com

21.05.17

Le meravigliose Saline Conti Vecchi

Grazie alla partnership tra Eni Syndial e il Fondo Ambientale Italiano (FAI) dal 28 maggio 2017 è possibile visitare le saline dello stagno di Santa Gilla per conoscerne la dimensione culturale e naturalistica. E per apprezzare l’elevata biodiversità di una delle più importanti aree umide d’Europa. Oltre 40.000 esemplari di uccelli acquatici di 50 specie diverse popolano l’area delle Saline Conti Vecchi.

I fenicotteri rosa, che in questa laguna hanno trovato il loro habitat naturale, dipingono su una tela bianco-azzurra un paesaggio unico e quasi fiabesco. All’interno di questa oasi naturale, le saline e lo stabilimento industriale Ing. Luigi Conti Vecchi risultano armonicamente integrati: per il FAI è la prima esperienza di gestione e valorizzazione di un progetto imprenditoriale in un sito minerario ancora produttivo.

Scopri il dossier Assemini su eni.com

30.05.16

Vita in Piattaforma

Con “Vita in Piattaforma” Eni partecipa alla Giornata della Tartaruga marina, il 26 maggio presso la sede della Fondazione Cetacea a Riccione, permettendo agli alunni delle scuole primarie ravennati, che hanno partecipato al progetto, di assistere al rilascio in mare dalla spiaggia di una tartaruga marina riabilitata.

Nato da un’idea Eniscuola, in sinergia con il Distretto Centro-Settentrionale Upstream di Eni “Vita in Piattaforma” si avvale della collaborazione della Fondazione Eni Enrico Mattei e la Fondazione Onlus Cetacea, per la parte didattica e laboratoriale e ha lo scopo di favorire la conoscenza della ricchissima flora e fauna del nostro Mar Adriatico, in particolare la grande biodiversità e gli habitat che si creano attorno alle piattaforme estrattive.

Scopri il dossier Vita in Piattaforma su eni.com

30.05.16

Eni: il progetto Vita in Piattaforma porta le scuole alla scoperta del Mare Adriatico

E’ stato presentato oggi, in occasione della terza giornata della Tartaruga Marina, il progetto Eni “Vita in piattaforma‘, rivolto agli studenti delle scuole elementari e pensato per favorire la conoscenza della ricchissima flora e fauna del Mare Adriatico, in particolare la grande biodiversità e gli habitat che si creano intorno alle piattaforme estrattive.

L’evento, che si è svolto alla presenza delle Istituzioni locali e dei 140 piccoli alunni delle scuole elementari ravennati che hanno partecipato al progetto, si inserisce nel programma di iniziative promosse per la Giornata Europea della Biodiversità ed è organizzato dalla Rete Regionale Emilia Romagna per la conservazione delle Tartarughe Marine e dei Cetacei presso la sede della Fondazione Onlus Cetacea.

Leggi la notizia su eni.com