15.03.19

Creare valore per gli stakeholder attraverso la transizione energetica: Dividendo 2019 a €0,86, +3,6% rispetto al 2018; share buyback per €400 milioni nel 2019

Nel corso degli ultimi cinque anni abbiamo messo in atto una strategia di trasformazione ideata con lo scopo di rafforzare il nostro modello di business riducendo drasticamente il debito, aumentando la produzione e trovando nuovi modi per differenziare la nostra compagnia. Abbiamo costruito una nuova Eni fondata sull’efficienza, l’integrazione e l’impiego di nuove tecnologie. Rafforzeremo e diversificheremo ulteriormente il nostro portafoglio in bacini a basso costo ma ad alto potenziale, continueremo a perseguire ulteriori opportunità lungo la catena del valore, e cresceremo nelle rinnovabili e nei biocarburanti facendo di Eni una società più profittevole. La decarbonizzazione è una priorità strategica per il nostro Consiglio di Amministrazione. Siamo fortemente impegnati a lavorare per un futuro a basse emissioni e oggi stiamo fissando un nuovo obiettivo, vale a dire raggiungere la neutralità carbonica nel settore upstream entro il 2030. Creare valore per gli azionisti rimane la nostra principale priorità, e per questo abbiamo deciso di annunciare l’aumento del dividendo 2019 del 3,6% a 0,86 euro per azione, in linea con la nostra politica di remunerazione progressiva. Inoltre, daremo il via a un programma quadriennale di buyback che prevede, nel 2019, un ammontare di 400 milioni di euro, mentre per i tre anni successivi, assumendo un leverage stabilmente inferiore al 20%, un ammontare annuale di 400 milioni di euro in uno scenario di Brent a 60-65 dollari, oppure 800 milioni di euro con un prezzo del Brent superiore a 65 dollari al barile”.

Claudio Descalzi, AD Eni

Leggi il testo completo (su eni.com)

12.03.19

Eni cede a Qatar Petroleum una quota nel blocco A5-A nell’offshore del Mozambico

Qatar Petroleum acquisirà da Eni una quota del 25,5% nel blocco A5-A, nell’offshore Mozambico. «L’accordo di oggi rappresenta un’altra pietra miliare nel percorso strategico che Eni e QP hanno intrapreso per rafforzare ulteriormente la loro partnership a livello mondiale», ha commentato l’AD di Eni Claudio Descalzi

Leggi il testo completo (su eni.com)

27.02.19

Eni in Medio Oriente

Eni e Abu Dhabi: integrazione, complessità ed efficienza. Un legame importante, che permetterà all’azienda Eni di crescere, rafforzare l’integrazione e incrementare la nostra capacità di raffinazione. È quello sancito dall’accordo con Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) Refining il 27 gennaio 2019, grazie al quale Eni acquisisce una quota nell’attività di raffinazione dell’azienda mediorientale. Si tratta di una delle operazioni più rilevanti mai condotte nel settore della raffinazione e riflette la dimensione, la qualità e il potenziale di crescita degli asset di ADNOC Refining.

<<Questi accordi consolidano la nostra forte partnership con ADNOC. Nell’arco di meno di un anno, siamo stati in grado di creare un hub con attività upstream d’eccellenza e una capacità di raffinazione efficiente, di grandi dimensioni e con ulteriore potenziale di crescita>>, queste le parole dell’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi.

Scopri il dossier Eni in Medio Oriente su eni.com

04.02.19

Il Ministro del Petrolio e Vice Primo Ministro per l’Energia iracheno, Thamir A. Al-Ghadhban, ha incontrato l’AD Claudio Descalzi

Nel corso dell’incontro, l’AD di Eni ha illustrato le attività in corso nel paese soprattutto alla luce dei recenti risultati nello sviluppo del giacimento di Zubair. Il VM Al-Ghadhban e l’AD Descalzi hanno inoltre parlato dei futuri investimenti e opportunità che rafforzeranno ulteriormente i rapporti tra Eni e l’Iraq.

Leggi il testo completo (su eni.com)

13.11.18

Eni firma un accordo con ADNOC per la concessione a gas di Ghasha, rafforzando la sua presenza negli Emirati Arabi Uniti

Il Ministro di Stato degli Emirati Arabi Uniti e Amministratore Delegato della società di stato Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC), Sultan Ahmed Al Jaber, e l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato un accordo per l’assegnazione a Eni di una quota del 25% nella concessione denominata Ghasha, un mega progetto a gas situato nell’offshore dell’Emirato di Abu Dhabi.

Leggi il testo completo (su eni.com)

12.11.18

Eni cede a Mubadala Petroleum una partecipazione del 20% nella concessione Nour, nell’offshore dell’Egitto

Eni rafforza ulteriormente la sua partnership con Mubadala Petroleum, iniziata con la proficua collaborazione nella concessione di Shorouk. L’Amministratore Delegato di Petroleum & Petrochemicals, Mubadala Investment Company, e Presidente di Mubadala Petroleum, Musabbeh Al Kaabi, e l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato oggi un accordo per la cessione del 20%, dalla quota di Eni, nella concessione Nour a Mubadala Petroleum, una controllata di Mubadala Investment Company.

Leggi il testo completo (su eni.com)

09.11.18

Il presidente dell’Angola João Gonçalves Lourenço incontra l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi

La società ha inoltre firmato un emendamento al Blocco 15/06 che amplia il blocco di 400 km2

Leggi il testo completo (su eni.com)

05.11.18

Il capo del Consiglio di Presidenza del Governo libico di unità nazionale Fayez al-Sarraj incontra l’AD di Eni Claudio Descalzi

Il capo del Consiglio di Presidenza del Governo libico di unità nazionale, Fayez al-Sarraj, ha incontrato oggi a Tripoli l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi. L’AD di Eni aveva incontrato in precedenza il presidente della National Oil Corporation (NOC), Mustafa Sanalla.

Leggi il testo completo (su eni.com)

15.10.18

Ognuno di NOI

“Viviamo in una realtà caratterizzata dalle differenze e dagli squilibri”. Così l’AD di Eni, Claudio Descalzi, nel corso dell’evento ‘Ognuno di noi’ alla Nuvola, il 12 luglio, a Roma, ha parlato a tutta l’azienda collegata in streaming e ai 1700 manager presenti, del futuro del pianeta, di Eni e di tutti coloro che ne fanno parte. La sfida è soddisfare la domanda crescente di energia a livello mondiale con la necessità di ridurre le emissioni. La Cop21 è stato un grande passo avanti in questo senso, ma Eni vuole fare di più e giocare un ruolo di primo piano in questa partita che ci riguarda tutti.

Oggi le imprese dell’energia devono guardare al futuro senza pensare solo al proprio business, ma assumendosi grandi responsabilità. Eni ha da sempre una vocazione, un’identità, intrisa di responsabilità sociale. Puntiamo all’efficienza e resilienza dei nostri business, ma con ambizioni ancora più sfidanti: essere leader nella carbon neutrality e avere un impatto positivo per la società. Il pensiero innovativo e fuori dagli schemi è il motore della nostra crescita e proietta già nel presente di Eni l’innovazione del futuro – questo l’intervento dell’AD Claudio Descalzi.

Scopri il dossier Ognuno di NOI su eni.com

04.10.18

Il Presidente del Ghana Akufo-Addo incontra l’AD di Eni Descalzi

L’incontro è stato l’occasione per discutere del ruolo di primo piano che il Ghana può svolgere nella partnership che Eni ha recentemente siglato con UNDP per lo sviluppo di energie rinnovabili, efficienza energetica, riforestazione e iniziative di clean cooking.

Leggi il testo completo (su eni.com)

10.09.18

Il ministro del petrolio iracheno Jabbar Ali Hussein Luaibi incontra l’AD di Eni, Claudio Descalzi

Le parti hanno discusso, tra le altre cose, dell’ulteriore aumento della produzione di Zubair, delle opportunità future e degli investimenti in sviluppo che rafforzerebbero ulteriormente il rapporto tra Eni e il paese.

Leggi il testo completo (su eni.com)

31.07.18

Il capo del Consiglio di Presidenza del Governo libico di unità nazionale Fayez al-Sarraj incontra l’AD di Eni Claudio Descalzi

Il capo del Consiglio di Presidenza del Governo libico di unità nazionale, Fayez al-Sarraj, ha incontrato oggi a Tripoli l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi. L’AD di Eni ha fatto il punto sulle attività correnti di Eni nel paese, anche alla luce del recente start-up del progetto di Bahr Essalam Fase 2, che completa lo sviluppo del più grande giacimento a gas in produzione nell’offshore libico.

Leggi il testo completo (su eni.com)

19.07.18

Eni ed ENEA avviano partnership per attività di ricerca scientifica e tecnologica congiunte

Intesa firmata dall’AD della compagnia, Claudio Descalzi, e dal Presidente dell’ENEA, Federico Testa. Tra le aree di interesse: economia circolare, fonti di energia rinnovabili, decarbonizzazione e tutela ambientale, strategiche per la compagnia e di grande potenziale impatto per il Paese.

Leggi il testo completo (su eni.com)

02.07.18

Nuova alleanza strategica tra Eni e Politecnico di Milano

Eni e il Politecnico di Milano inaugurano oggi una nuova alleanza strategica nella ricerca scientifica, basata su innovazione e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare, della digitalizzazione e della transizione verso un sistema energetico sempre più sostenibile. Il Rettore del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, e l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato oggi presso la sede del Politecnico il rinnovo dell’accordo quadro che sancisce la collaborazione tra l’ateneo e la compagnia. Si tratta di una partnership che risale al 2008 e che ha implicato investimenti da parte di Eni in attività di ricerca per circa 40 milioni di euro, risultata anche in 16 brevetti in cui sono presenti inventori del Politecnico.

Leggi il testo completo (su eni.com)

15.06.18

Safety & Environment Day

Safety & Environment Day: una giornata per celebrare l’attenzione di Eni alla sicurezza e all’ambiente. Il 6 giugno si è tenuto il secondo Safety & Environment Day di Eni. Un giorno interamente dedicato alle azioni messe in campo da Eni e ai comportamenti delle sue persone in ambito sicurezza e protezione ambientale. La tutela dell’ambiente e delle persone sono essenziali dello sviluppo sostenibile nella realizzazione dei progetti dell’azienda.

Come spiega l’AD Eni Claudio Descalzi: <<Alla base della nostra crescita efficiente deve esserci non solo il rispetto per quello che stiamo facendo e sviluppando ma anche per tutto quello che è intorno a noi, per le persone e per l’ambiente>>.

Scopri il dossier Safety & Environment Day su eni.com