25.10.17

Nei prossimi 4 anni Eni investirà in Italia 21 mld

Il 24 ottobre il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, accompagnato dall’Amministratore Delegato Eni Claudio Descalzi e dalla Presidente Emma Marcegaglia, ha visitato la bioraffineria Eni di Porto Marghera.

La visita è stata un’occasione per fare il punto sugli investimenti che Eni impiegherà nei prossimi quattro anni in Italia: un totale di 21 miliardi di euro, di cui 4 saranno destinati a riconversione industriale e tecnologie ambientali, che si vanno a sommare ai 15 miliardi spesi negli ultimi tre anni. “La bioraffineria è stata realizzata con tecnologie 100% Eni, che ora vendiamo progetto per progetto ad altre realtà industriali; a breve verrà trattata una maggior quantità di oli fritti esausti, grasso animale e poi anche residui vegetali e quindi biomasse, avendo una raffineria proiettata nel futuro“, ha dichiarato l’AD Descalzi durante la visita.

Scopri il dossier Visita di Gentiloni alla Bioraffineria su eni.com

17.05.16

Eni Safety Day: nel 2015 ridotti gli infortuni del 40%

Si è svolto oggi il V° “Safety Day” di Eni alla presenza del Presidente, Emma Marcegaglia, e dell’Amministratore Delegato, Claudio Descalzi, nel corso del quale sono stati presentati i positivi risultati raggiunti da Eni nella sicurezza.

Anche per il 2015 impegno, professionalità e cultura della sicurezza hanno consentito a Eni di confermare le performance migliori in ambito HSE fra tutte le società del comparto Oil&Gas, attestandosi su un indice di frequenza degli infortuni per milione di ore lavorate pari allo 0,2, con una riduzione del 40% rispetto al 2014 e in un ulteriore miglioramento del 10% nel primo trimestre 2016. Un risultato di eccellenza anche nel confronto con l’indice di frequenza infortuni con assenza dal lavoro della media italiana ed europea, che mostra valori superiori al 10 sia per il settore industriale che per tutti i lavoratori in generale.

Leggi il testo completo (su eni.com)

08.10.15

Eni Award 2015

Cerimonia di presentazione degli Eni Award 2015 con la partecipazione del Presidente di Eni Emma Marcegaglia e dell’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi. La manifestazione, che è avvenuta presso il Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha voluto premiare le illustri menti nel campo della ricerca, scienziati già affermati ma anche i nuovi talenti del panorama scientifico attivi nei settori dell’energia e dell’ambiente.

Tra le personalità eccellenti nominate per gli Eni Award di quest’anno: gli scienziati Johan Olof Anders Robertsson, Helmut Schwarz, Mercouri Kanatzidis, Menachem Elimelech, ma anche le italiane Daniela Meroni e Margherita Maiuri. A ciascuno di loro Eni ha assegnato un premio per l’impegno ed i risultati ottenuti dalla loro attività di ricerca.

Scopri il dossier Eni Award su eni.com

08.10.15

Eni Award 2015

Si è svolta oggi al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Presidente di Eni Emma Marcegaglia e dell’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi, la cerimonia di conferimento degli Eni Award 2015. Il premio, istituito nel 2007, è diventato nel corso degli anni un punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca nei campi dell’energia e dell’ambiente. Eni Award ha lo scopo di sviluppare un migliore utilizzo delle fonti energetiche e di stimolare le nuove generazioni di ricercatori, a testimonianza dell’importanza assegnata da Eni alla ricerca scientifica e ai temi della sostenibilità.

La Commissione Scientifica di Eni Award è presieduta dall’accademico francese Gérard Férey ed è composta da 27 membri tra cui il Premio Nobel Sir Harold Kroto, rettori di università, ricercatori e scienziati dei più importanti centri di studio e ricerca a livello mondiale. Gli Eni Award sono stati consegnati insieme ai Riconoscimenti all’Innovazione Eni conferiti a tre team di ricerca interni che si sono particolarmente distinti per il livello di innovazione e di rilevanza per i risultati ottenuti a favore del business. Le ricerche sono state scelte da una commissione esterna composta da 4 membri della Commissione Scientifica.

Leggi il testo completo (su eni.com)

30.06.15

Eni e il Congo

Visita nella nazione del Congo per il management dell’azienda Eni. La Presidente di Eni Emma Marcegaglia, l’Amministratore Delegato Eni Claudio Descalzi ed i membri del Consiglio di Amministrazione dell’azienda del cane a 6 zampe hanno visitato gli impianti presenti sul territorio ed ammirato lo sviluppo delle opere locali che Eni ha avviato all’interno del Paese dal lontano 1968.

Tra i progetti di sviluppo sostenibile il Progetto Hinda, realizzato in collaborazione con le istituzioni locali, che ha consentito di migliorare le condizioni di vita delle comunità nel distretto di Hinda riducendo, attraverso interventi mirati di ristrutturazione ed edificazione, la percentuale di popolazione che vive sotto la soglia di povertà e garantendo un maggior accesso a servizi ed istruzione.

Scopri il dossier Congo su eni.com

03.06.15

Le risposte di Eni ai suoi azionisti

Durante l’Assemblea degli Azionisti che si è svolta a Roma lo scorso 13 maggio, il management di Eni ha risposto ai propri azionisti in merito ai risultati aziendali, in merito alla strategia e agli obiettivi di Eni preposti per il periodo 2015-2018 e, infine, relativamente ai temi più sensibili del momento.

Sia l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, che il Presidente di Eni, Emma Marcegaglia, sono intervenuti durante l’Assemblea annuale fornendo nuovi dettagli ed analisi approfondite relativamente a: l’operato attuale del Consiglio di Amministrazione di Eni, l’impegno dell’azienda in Africa, le attività di Eni strutturate all’interno del Paese della Libia.

Scopri il dossier Assemblea Azionisti su eni.com

15.03.12

Eni è partner del convegno di Confindustria su riforme e crescita in Italia

“Cambia Italia. Riforme per crescere”: questo è il titolo del Convegno Biennale organizzato dal Centro Studi di Confindustria che si terrà a Milano, dal 16 al 17 marzo. Sul tavolo della discussione, la questione delle riforme necessarie per il rilancio dell’economia italiana e le sfide da affrontare a livello europeo e internazionale. Verranno analizzati sei casi di successo: Brasile, Cile, Germania, Polonia, paesi dell’Est Europa e Svezia che indicano possibili fronti di sviluppo. All’incontro parteciperanno, tra gli altri, il presidente della BCE, Mario Draghi; il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti; il ministro dello Sviluppo economico, infrastrutture e trasporti, Corrado Passera; il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia.

Leggi il testo completo (su Eni.com)

09.05.08

Scaroni: delega per le dinamiche dei nuovi scenari mondiali per Confindustria

Paolo Scaroni entra a far parte della nuova squadra di Confindustria, con la delega per le dinamiche dei nuovi scenari mondiali.

 

“L’organigramma. Marcegaglia ha tenuto per sè la delega sul Centro studi e quella sull’ambiente (pro tempore). Alberto Bombassei confermato vicepresidente per le relazioni industriali, mentre la sicurezza sul lavoro è stata assegnata a Salomone Gattegno. Antonio Costato è vicepresidente per l’energia e il mercato, Cesare Trevisani per le infrastrutture. Andrea Moltrasio per l’Europa, Paolo Zegna per l’internazionalizzazione. La delega per le politiche territoriali data ad Aldo Bonomi, mentre il vicepresidente per il Mezzogiorno è Cristina Coppola. Gianfelice Rocca confermato all’education, tra le new entry Edoardo Garrone all’organizzazione. Al presidente di Assolombarda Diana Bracco affidato un progetto speciale per ricerca e innovazione, e rappresentanza Confindustria per l’Expo 2015. Angelos Papadimitriou designato presidente del comitato tecnico per le multinazionali, Luca Garavoglia quello per le riforme fiscali. All’ad dell’Eni, Paolo Scaroni, la delega per i nuovi scenari mondiali, mentre Ettore Artioli, già responsabile del Mezzogiorno, ha ottenuto il coordinamento al Cnel. Di diritto entrati nella squadra Giuseppe Morandini, leader della Piccola industria, e il numero uno dei giovani imprenditori, che sarà eletto domani: im ballottaggio Cleto Sagripanti e Federica Guidi.”

 

Leggi l’articolo su “Repubblica” (23/04/2008): Marcegaglia presenta la squadra “Ineludibile riformare i contratti”

 

“È il giorno della “squadra” per la Confindustria targata Bergamo: il presidente designato, Emma Marcegaglia, presenta infatti lo staff con cui dovrà gestire la complessa macchina confindustriale in un momento certamente particolare per la vita sociale ed economica del Paese. Alla difficile congiuntura economica si somma, infatti, un nuovo Parlamento ed un nuovo Governo con cui Confindustria dovrà confrontarsi. Per la Marcegaglia è arrivata una maggioranza “bulgara”: la giunta di Viale dell’Astronomia ha approvato la sua squadra e il programma con 103 sì su 105 votanti. Due sono stati i voti contrari e nessuno si è astenuto. E non mancano le novità di rilievo: nella nuova squadra dei vicepresidenti della Confindustria, presentata oggi alla giunta dal presidente designato Emma Marcegaglia, c’è l’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni. A Scaroni è stata assegnata la delega per le dinamiche dei nuovi scenari mondiali.”

 

Leggi l’articolo su “La Stampa” (23/04/2008): Confindustria, Marcegaglia: “Alleggerire contratti di lavoro”