14.03.19

Eni e Cassa depositi e prestiti firmano accordo di collaborazione per iniziative congiunte nell’ambito dell’economia circolare, della decarbonizzazione e delle energie rinnovabili

Le parti valuteranno congiuntamente iniziative a elevato impatto socio-economico e ambientale in Paesi in via di sviluppo, nell’ambito del settore energetico e del contrasto al cambiamento climatico.

Leggi il testo completo (su eni.com)

06.02.19

Eni entra nel mercato delle energie rinnovabili in Australia

Eni Australia Limited ha ultimato l’acquisizione di un progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 33,7 MWp a Katherine, nel Territorio del Nord in Australia. Una volta completato, il progetto darà vita alla più grande centrale fotovoltaica della regione.

Leggi il testo completo (su eni.com)

31.10.17

Eni presenta il secondo volume della World Oil and Gas Review

Eni presenta il secondo volume della World Oil and Gas Review, la rassegna statistica mondiale su riserve, produzione e consumi di petrolio e gas naturale. Questo secondo volume, che segue la pubblicazione di luglio focalizzata sul mercato del petrolio, fornisce dati e statistiche sul gas naturale, sui biocombustibili e, per la prima volta, sulle nuove energie rinnovabili (eolico e solare).

Leggi il testo completo (su eni.com)

26.06.17

Eni firma una serie di accordi strategici di cooperazione negli ambiti upstream e energie rinnovabili in Kazakhstan

Le intese ampliano ulteriormente il perimetro delle attività di Eni in Kazakhstan e rafforzano la sua presenza nel paese, oltre a consolidare l’alleanza strategica con partner importanti quali KMG nel settore upstream, e GE in ambito rinnovabili.

Leggi il testo completo (su eni.com)

01.12.16

Eni: siglato accordo sulle energie rinnovabili in Tunisia

Eni ha firmato oggi a Tunisi un accordo di cooperazione per lo sviluppo di progetti di generazione di energia da fonti rinnovabili. L’intesa raggiunta rafforza le relazioni tra Eni e ETAP, favorisce lo sviluppo di nuove opportunità di business e contribuisce al piano di sviluppo energetico del paese.

Leggi il testo completo (su eni.com)

23.11.16

Eni firma un accordo quadro con GE per lo sviluppo di progetti nell’ambito delle energie rinnovabili

Questo accordo, che si inquadra nella strategia di sviluppo delle energie rinnovabili basato sulla valorizzazione di tutte le sinergie industriali e commerciali con il business tradizionale, permetterà a Eni di perseguire con coerenza la progressiva decarbonizzazione dell’energy mix.

Leggi il testo completo (su eni.com)

26.09.16

Eni entra nel campo delle energie rinnovabili in Algeria

Il primo progetto a cui collaboreranno Eni e Sonatrach è un impianto fotovoltaico a Bir Rebaa North

Leggi il testo completo (su eni.com)

25.06.16

La nostra strategia per un futuro low carbon

Eni ha impostato una strategia integrata per fornire il proprio contributo nella transizione energetica verso un futuro low carbon, promuovendo lo sviluppo di energie rinnovabili, supportandone la diffusione nei Paesi di nostra presenza, e stimolando la ricerca tecnologica sulle nuove fonti.

L’Amministratore Delegato Claudio Descalzi ha presentato i progetti più rilevanti previsti in Italia. L’intervento alla conferenza stampa organizzata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi sul futuro delle rinnovabili e dell’energia in Italia, che si è svolta il 23 giugno a Palazzo Chigi.

Scopri il dossier Low Carbon su eni.com

21.04.08

Scaroni: Intervista a “Mattino Cinque”

Paolo Scaroni, intervenuto telefonicamente nella trasmissione televisiva “Mattino Cinque”, ha ricordato il programma di Eni, in collaborazione con il MIT, di ricerca sul solare ed ha dichiarato di prevedere una riduzione del pezzo del pretrolio dal 2012.

“Eni scommette sul solare, “l’unica fonte rinnovabile che puo’ risolvere i problemi dell’umanita’”. Lo ha sottolineato Paolo Scaroni, ad del gruppo energetico, intervistato da Mattino Cinque, su Canale 5. “Abbiamo investito in un gigantesco programma di ricerca sul solare con l’universita’ americana del Mit”, ha ricordato il manager. “Ogni giorno – ha aggiunto – arriva sulla Terra dal Sole una quantita’ di energia che e’ migliaia di volte quella che consumiamo. Il problema e’ come catturarla e renderela fruibile”. Oggi pero’, “il solare non e’ conveniente perche’ costa circa 5-6 volte l’energia prodotta da idrocarburi. Evidentemente, gli investimenti che stiamo facendo in ricerca vogliono ridurre questo divario e puntare su questa energia abbondante e pulita”.

Leggi l’articolo su “Agenzia Giornalistica Italiana” (11/04/2008): SCARONI: TRA LE ENERGIE RINNOVABILI SCOMMETTIAMO SU SOLARE

“Il prezzo del petrolio nel medio termine scenderà e intorno al 2012 la quotazione del greggio dovrebbe attestarsi tra i 50 e i 60 dollari al barile. E’ quanto ha prospettato l’a.d. dell’Eni, Paolo Scaroni, intervenendo alla trasmissione Panorama del giorno. Scaroni ha indicato che “nel medio termine siamo abbastanza ottimisti, pensiamo che a partire dal 2012 il prezzo del petrolio scenda sotto i 60 dollari”. Tuttavia l’a.d. dell’Eni ha precisato che si tratta di previsioni che “possiamo anche sbagliare in quanto il prezzo del petrolio dipende da tanti elementi, tra cui la situazione geopolitica, che sono difficilissimi da prevedere”. Scaroni quindi ha spiegato le ragioni del forte apprezzamento del petrolio, alimentato dalla domanda delle economie emergenti di Cina e India e dal fatto che nel corso degli anni ’90 quando il petrolio quotava 10 dollari non si sono fatti investimenti. Inoltre un ruolo di primo piano è svolto dalla speculazione. Scaroni quindi ha sottolineato che con il rialzo delle quotazioni sono ”ripresi in modo frenetico” gli investimenti e nei prossimi anni l’effetto sarà di far scendere il prezzo del greggio.”

Leggi l’articolo su “Libero News” (11/04/2008): Oro nero/ Scaroni: il prezzo del petrolio scenderà sotto i 60 dollari nel 2012. E le rinnovabili…