22.07.21

Eni e la Sede di Nairobi dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo firmano un memorandum per lo sviluppo di iniziative congiunte in Kenya

Eni, tramite la consociata Eni Kenya, e la Sede di Nairobi dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) hanno firmato oggi, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Kenya S.E. Alberto Pieri, un Memorandum per individuare possibili opportunità di futura collaborazione in settori chiave per lo sviluppo del Paese quali agricoltura e catene del valore, dell’ambiente, della salute, della formazione e dell’istruzione professionale, nonché dell’accesso all’energia/energia verde e all’innovazione.

Leggi il testo completo (su eni.com)

21.07.21

Eni e il governo del Kenya promuovono la decarbonizzazione rafforzando la cooperazione nella filiera dei biocarburanti sostenibili

Eni e il Ministero del Petrolio e delle Attività Minerarie del Kenya hanno firmato oggi un memorandum d’intesa per promuovere il processo di decarbonizzazione e contrastare il cambiamento climatico attraverso un nuovo modello industriale che integra pienamente l’economia circolare lungo l’intera filiera per la produzione di biocarburanti.

Leggi il testo completo (su eni.com)

18.12.20

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta incontra l’AD di Eni Claudio Descalzi

Il Presidente della Repubblica del Kenya Uhuru Kenyatta ha incontrato oggi a Nairobi l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi per discutere di alcune possibili iniziative green da sviluppare nel Paese creando un accesso efficiente e sostenibile alle risorse energetiche per le comunità locali.

Leggi il testo completo (su eni.com)

23.07.19

Eni cede a Qatar Petroleum il 13,75% dei blocchi L11A, L11B e L12 nelle acque profonde del Kenya

Questo accordo è l’ultimo di una serie che Eni ha firmato recentemente con Qatar Petroleum e rafforza ulteriormente la cooperazione strategica in continuo sviluppo tra le due società.

Leggi il testo completo (su eni.com)

05.06.17

Eni in Kenya

Eni è presente in Kenya con attività esplorative in una fase molto iniziale. Ma l’attenzione dell’azienda al territorio è elevata perché i partenariati nascono forti solo se partono bene fin dall’inizio.

Dal giugno 2012 Eni opera, attraverso la sua consociata Eni Kenya B.V., in tre blocchi nel deep offshore del Paese, al confine con le acque somale, in una profondità d’acqua tra 2.800 e 4.000 metri. Nell’ambito dei contratti in vigore sono previsti investimenti obbligatori minimi in progetti per il territorio e le comunità. Tale attività è attualmente rappresentata da interventi relativi all’accesso all’acqua e alla sanità in corso sulla costa, al confine con la Somalia, nella Contea di Lamu, ed è regolata da un Memorandum of Understanding (MoU) con la Contea stessa. Il progetto sul campo profughi di Dadaab si imposta a latere di questi impegni e rappresenta un contributo aggiuntivo ai nostri obblighi.

Scopri il dossier Eni in Kenya su eni.com

23.12.16

Eni accende una luce a Dadaab

Dopo la lecture tenuta dall’AD Claudio Descalzi, in video conferenza con i ragazzi del campo profughi di Dadaab in Kenya, in occasione dell’iniziativa ”Instant classroom” di Vodafone Foundation nel 2015, diamo il via a un progetto di educazione ed accesso all’energia.

Leggi la notizia su eni.com