21.06.17

Eni partner del progetto “Flagship Event of Mediterranean Challenges”

l progetto è stato promosso dall’Associazione R. Kennedy Foundation of Europe Onlus, un’organizzazione no profit nata con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei diritti umani in tutto il mondo.

L’evento, a Milano il 20 giugno 2017 alla Fabbrica del Vapore, ha rappresentato un momento di incontro tra rappresentanti di aziende, leader pubblici ed esperti della società civile, per discutere le politiche in atto, e promuovere progetti a favore delle popolazioni coinvolte nei processi migratori nella regione Euro Mediterraneo.

Leggi la notizia su eni.com

09.01.17

Eni firma gli accordi di concessione per due nuovi blocchi esplorativi nell’offshore egiziano del Mediterraneo

Eni oggi ha firmato due nuovi accordi di concessione per i blocchi offshore di North El Hammad e North Ras El Esh, situati nelle acque convenzionali dell’offshore egiziano del Mediterraneo, che la società si era aggiudicati nell’ambito del Bid Round Internazionale competitivo EGAS 2015.

Leggi il testo completo (su eni.com)

21.02.16

I primi passi di Zohr

Il Ministero del Petrolio e delle Risorse Minerarie egiziano ha approvato l’assegnazione a Eni, da parte della Egyptian Natural Gas Holding Company (EGAS), del Contratto di Sviluppo di Zohr (Zohr Development Lease). Il piano di sviluppo prevede l’inizio della produzione entro la fine del 2017, a soli due anni dalla scoperta, con un aumento progressivo fino a raggiungere un volume di circa 75 milioni di metri cubi standard di gas al giorno (equivalenti a circa 500 mila barili di olio equivalente al giorno) entro il 2019.

Zohr, con un potenziale fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto e un’estensione di circa 100 chilometri quadrati, rappresenta la più grande scoperta di gas mai effettuata in Egitto e nel Mar Mediterraneo e può diventare una delle maggiori scoperte di gas a livello mondiale. Questo successo esplorativo offrirà un contributo fondamentale nel soddisfare la domanda egiziana di gas naturale per decenni e conferma come il paese sia ancora oggi al centro delle strategie internazionali del gruppo: un’alleanza che continua da oltre 60 anni.

Scopri il dossier Egitto su eni.com

13.10.15

Eni si aggiudica due nuovi blocchi esplorativi nell’offshore egiziano del Mediterraneo

Eni si è aggiudicata due nuove licenze esplorative nell’offshore dell’Egitto nell’ambito del Bid Round Internazionale competitivo EGAS 2015.

Eni diventa operatore del blocco North El Hammad con la quota del 37,5% (in compartecipazione con BP, 37,5%, e Total, 25%) e acquisisce la partecipazione del 50% nel blocco North Ras El Esh (in compartecipazione paritetica con BP 50%, che avrà il ruolo di operatore).

Leggi il testo completo (su eni.com)

10.09.15

Il Presidente della Repubblica di Cipro Nicos Anastasiades incontra l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi

Il Presidente della Repubblica di Cipro, Nicos Anastasiades, e l’Amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, si sono incontrati oggi a Nicosia per discutere delle attività di Eni in corso nel Paese e delle potenzialità dei progetti futuri.

L’AD Descalzi ha illustrato al Presidente Anastasiades gli ultimi sviluppi delle attività esplorative di idrocarburi nel Bacino del Mediterraneo e ha confermato l’impegno di Eni per Cipro e il Mediterraneo orientale, continuando a collaborare con il governo cipriota allo sviluppo del potenziale energetico del Paese.

Tra i temi discussi durante l’incontro, l’evoluzione dello scenario energetico e geopolitico che la recente scoperta di gas effettuata al largo dell’Egitto porterà in tutta l’area e il ruolo che Cipro, grazie al suo potenziale energetico, giocherà nel prossimo futuro. Eni crede nelle importanti sinergie di uno sviluppo congiunto in tutta l’area del Mediterraneo orientale. Quest’area ha il potenziale per diventare un hub regionale del gas e fornire anche un importante contributo alla sicurezza energetica europea.

31.08.15

Eni scopre nell’offshore egiziano il più grande giacimento a gas mai rinvenuto nel Mar Mediterraneo

Eni ha effettuato una scoperta di gas di rilevanza mondiale nell’offshore egiziano del Mar Mediterraneo, presso il prospetto esplorativo denominato Zohr. Il pozzo Zohr 1X, attraverso il quale è stata effettuata la scoperta, è situato a 1.450 metri di profondità d’acqua, nel blocco Shorouk, siglato nel gennaio 2014 con il Ministero del Petrolio egiziano e con la Egyptian Natural Gas Holding Company (EGAS) a seguito di una gara internazionale competitiva.

Dalle informazioni geologiche e geofisiche disponibili, e dai dati acquisiti nel pozzo di scoperta, il giacimento supergiant presenta un potenziale di risorse fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto (5,5 miliardi di barili di olio equivalente) e un’estensione di circa 100 chilometri quadrati. Zohr rappresenta la più grande scoperta di gas mai effettuata in Egitto e nel mar Mediterraneo e può diventare una delle maggiori scoperte di gas a livello mondiale. Questo successo esplorativo offrirà un contributo fondamentale nel soddisfare la domanda egiziana di gas naturale per decenni.

Leggi il testo completo (su eni.com)

14.01.15

Eni firma gli accordi di concessione per due nuovi blocchi esplorativi nell’offshore egiziano del Mediterraneo

Eni, nell’ambito del Bid Round Internazionale competitivo EGAS 2013, ha firmato due nuovi accordi di concessione (Concession Agreements) per acquisire i blocchi egiziani offshore di North Leil e Karawan, dei quali diventa Operatore con le quote, rispettivamente, del 100% e del 50% (in compartecipazione paritetica con Bp).

Leggi il testo completo (su eni.com)