23.09.16

Eni: Baltim South West, nel Delta del Nilo, supera le aspettative

A seguito dei risultati della perforazione del pozzo di delineazione Baltim South West 2X il potenziale a gas della “Great Nooros Area” sale a circa 86 miliardi di metri cubi di gas in posto

Leggi il testo completo (su eni.com)

13.09.16

Eni raggiunge in anticipo una capacità produttiva record dal campo di Nooros, in Egitto

Eni ha raggiunto una produzione record di 128.000 boed (67.000 in quota Eni) dal giacimento di Nooros nell’offshore del Delta del Nilo. Questo importante traguardo è stato conseguito a soli 13 mesi dalla scoperta e in anticipo rispetto alle previsioni.

Leggi il testo completo (su eni.com)

30.10.15

Eni: nuova produzione dai campi scoperti con l’esplorazione “near field” nel Delta del Nilo e nel deserto occidentale egiziano

Eni annuncia di aver perforato con successo il pozzo “Nidoco North West 3”, appraisal del pozzo di scoperta “Nidoco NW 2 Dir NFW”, nel prospetto esplorativo di Nooros, situato nella concessione Abu Madi West, nel Delta del Nilo. Il campo di Nooros, che si stima possa contenere circa 15 miliardi di metri cubi di gas (Gsm3) in posto, e’ stato scoperto lo scorso luglio e, messo in produzione in soli 2 mesi; produce oggi oltre 15000 barili giorno di olio equivalente al giorno. Il nuovo pozzo verra’ messo in produzione entro la fine del prossimo novembre. Entro la fine del 2015 Nooros arriverà a produrre 30.000 barili di olio equivalente al giorno (boepd), e dovrebbe raggiungere un plateau produttivo di circa 70.000 boepd entro metà 2016. Il gas ed il condensato vengono inviati all’impianto di trattamento di Abu Madi, a circa 25 chilometri dalla scoperta, e poi immessi nella rete egiziana.

“Nidoco NW 3”, analogamente al pozzo di scoperta, è stato perforato da una postazione onshore per raggiungere, in deviazione, l’estensione a mare del giacimento di Noroos. Il pozzo ha incontrato oltre 65 m di spessore netto di arenarie di età messiniana con ottime proprietà petrofisiche mineralizzate a gas e condensato.

Leggi il testo completo (su eni.com)

28.07.15

L’ AD di Eni Claudio Descalzi firma accordo con Ministro del Petrolio Sherif Ismail nell’ambito del vertice italo-egiziano

Il Ministro del Petrolio e delle Risorse Minerarie egiziano, Sherif Ismail, e l’Amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, alla presenza del Primo Ministro egiziano, Ibrahim Mahlab, e del Presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, hanno firmato un accordo che, a seguito dell’importante scoperta a gas effettuata da Eni nella concessione di Nile Delta, integra l’Head of Agreement (accordo quadro) siglato tra le parti lo scorso marzo con l’impegno a valutare congiuntamente le opportunità di sviluppo della scoperta rinegoziando i termini e l’estensione contrattuale della concessione stessa. Le stime preliminari indicano che il giacimento, situato nella licenza Abu Madi West nell’ offshore nel Delta del Nilo, possa contenere 15 miliardi di metri cubi di gas in posto, con ulteriore potenziale, a cui si sommano i condensati associati al gas. Eni sarà impegnata a sviluppare in tempi rapidissimi il nuovo potenziale per saturare la capacità di trattamento delle centrale gas di Abu Madi.

Leggi il testo completo (su eni.com)