30.09.19

Vår Energi acquisisce gli asset upstream di ExxonMobil in Norvegia

Vår Energi AS, posseduta da Eni e HitecVision, ha firmato oggi un accordo per l’acquisizione degli asset upstream di ExxonMobil presenti in Norvegia. L’acquisizione riguarda quote di partecipazione in oltre 20 giacimenti produttivi, operati principalmente da Equinor, tra cui Grane, Snorre, Ormen Lange, Statfjord e Fram, per una produzione di spettanza di circa 150.000 barili di petrolio equivalenti al giorno (boepd) nel 2019.

Leggi il testo completo (su eni.com)

18.01.19

Vår Energi AS (Eni 69.6%) si è aggiudicata 13 licenze esplorative in Norvegia

Vår Energi, controllata congiuntamente da Eni con il 69.6% e da HitecVision con il 30.4%, si è aggiudicata 13 licenze esplorative come risultato del processo di gara “Awards in Predefined Areas 2018” (APA) gestito dal Ministero del Petrolio ed Energia norvegese (MPE).

Leggi il testo completo (su eni.com)

17.12.18

Eni annuncia la nascita di Vår Energi

Eni annuncia che si è conclusa l’operazione di fusione tra Point Resources AS e Eni Norge AS, consociata di Eni S.p.A, dando vita a Vår Energi, società indipendente leader nel settore dell’esplorazione e produzione di idrocarburi in Norvegia.

Leggi il testo completo (su eni.com)

29.10.18

Eni annuncia una nuova scoperta a olio nella licenza PL532 nell’ Offshore Norvegese

Eni annuncia una nuova scoperta a olio nella licenza PL532 nel Mare di Barents Occidentale, realizzata attraverso il pozzo esplorativo 7220/5-3, perforato in 409 metri d’acqua sul prospetto denominato Skruis nella licenza PL532 (Equinor 50% Op., Eni 30% e Petoro 20%).

Leggi il testo completo (su eni.com)

10.10.18

Eni: perforato con successo il pozzo di appraisal Cape Vulture nel Mare di Norvegia

Eni annuncia il successo della perforazione del pozzo di appraisal di Cape Vulture nella licenza PL128 / PL128D, nella parte settentrionale del Mare di Norvegia a 7 chilometri a nord della unità galleggiante di produzione e stoccaggio (FPSO) “Norne”, a 180 dalla costa e a 3,5 a nord del pozzo di scoperta. Eni detiene una quota dell’11,5% nella licenza, mentre Equinor AS (operatore) il 63,95% e Petoro AS il 24,55%.

Leggi il testo completo (su eni.com)

02.07.18

Eni Norge e Point Resources si fondono in Vår Energi AS

Dalla fusione tra Point Resources e Eni Norge nasce Vår Energi, una nuova società indipendente leader nel settore Upstream in Norvegia

Leggi il testo completo (su eni.com)

19.01.17

Eni si aggiudica tre licenze nell’APA 2016 in Norvegia

L’ottenimento di queste licenze conferma la strategia a lungo termine di Eni e l’impegno nell’esplorazione della piattaforma continentale norvegese.

Leggi il testo completo (su eni.com)

17.01.17

Eni effettua una scoperta a olio e gas nell’offshore della Norvegia

La stima preliminare di olio in posto è compresa tra 70 e 200 milioni di barili, con un ulteriore potenziale addizionale da testare.

Leggi il testo completo (su eni.com)

14.03.16

Eni avvia la produzione del giacimento norvegese di Goliat

Eni ha avviato la produzione del giacimento di Goliat, situato 85 km a nord ovest di Hammerfest, nella Licenza 229 (PL 229), in una zona priva di ghiacci del Mare di Barents, al largo della Norvegia.

Goliat, il primo giacimento a olio ad entrare in produzione nel Mare di Barents, è stato sviluppato attraverso la più grande e sofisticata unità galleggiante di produzione e stoccaggio cilindrica (FPSO) al mondo, che ha una capacità di 1 milione di barili di olio e che è stata costruita con le più avanzate tecnologie per affrontare le sfide tecnico-ambientali legate all’operatività in ambiente Artico.

Leggi il testo completo (su eni.com)

21.04.15

Eni con Goliat in Norvegia

Partita lo scorso 14 febbraio dal cantiere di Ulsan la piattaforma FPSO (Floating and Production Storage Offloading Unit), ha navigato per più di 60 giorni, per poi raggiungere, come previsto, la Norvegia settentrionale. Obiettivo dello spostamento della piattaforma da un’estremità all’altra dei continenti, è quello di definire una nuova produzione di Eni nel Mare di Barents.

Il giacimento Goliat, come indicato dal programma strategico di Eni per l’anno 2015, rappresenterà il primo giacimento a olio localizzato nel mare norvegese. La FPSO, d’altronde, è stata progettata proprio per fronteggiare le condizioni avverse del Mare di Barents, integrando una serie di innovazioni e tecnologie avanzate in grado di consentire operazioni più sicure e stabili all’interno dell’ambiente Artico.

Scopri il dossier Goliat in Norvegia su eni.com

20.01.15

Eni si aggiudica due licenze esplorative in Norvegia

Il Ministro del Petrolio e dell’Energia della Norvegia ha assegnato oggi ad Eni due licenze esplorative nel Mare di Barents e nel Mare del Nord come parte dell’Award norvegese in aree predefinite (APA) 2014. Con queste licenze, Eni conferma la propria strategia a lungo termine sulla piattaforma continentale norvegese, in particolare nel Mare di Barents .

Leggi il testo completo (su eni.com)