11.01.17

Eni: lanciato con successo bond a tasso fisso

Le obbligazioni saranno negoziate presso la Borsa di Lussemburgo e sono state acquistate da investitori istituzionali principalmente in Germania, Francia e Regno Unito.

Leggi il testo completo (su eni.com)

11.01.17

Eni: emissione obbligazionaria a tasso fisso

Il prestito, destinato agli investitori istituzionali, sarà collocato compatibilmente con le condizioni di mercato e successivamente quotato alla borsa di Lussemburgo.

Leggi il testo completo (su eni.com)

30.05.16

Eni: ammissione alle negoziazioni delle Obbligazioni equity-linked Euro 400.000.000 con scadenza al 2022 emesse da Eni S.p.A.

Eni rende noto che il prestito obbligazionario di Eni S.p.A. equity-linked da Euro 400 milioni, emesso e regolato in data 13 aprile 2016 e con scadenza al 2022, è stato ammesso alle negoziazioni presso il sistema multilaterale di negoziazione di Borsa Italiana S.p.A. denominato “ExtraMOT – Segmento Professionale‘. La data di avvio delle negoziazioni è il 27 maggio 2016.

11.05.16

Eni: lanciato con successo bond a tasso fisso

Eni ha lanciato oggi con successo un’emissione obbligazionaria a tasso fisso in due tranche a 6 e 12 anni per un valore nominale complessivo di 1,5 miliardi di euro. Entrambe le emissioni sono state collocate sul mercato degli Eurobond nell’ambito del proprio programma di Euro Medium Term Notes in essere.

Leggi il testo completo (su eni.com)

11.05.16

Eni: emissione obbligazionaria a tasso fisso

Eni ha dato mandato a Banca IMI, Barclays Bank PLC, Crédit Agricole CIB, J.P. Morgan, Mediobanca e UniCredit Bank per l’organizzazione del collocamento di un’emissione obbligazionaria a tasso fisso in due tranche a 6 anni e a 12 anni. Entrambi i bond saranno collocati sull’Euromercato ed emessi nell’ambito del proprio programma di Euro Medium Term Notes in essere.

Leggi il testo completo (su eni.com)

19.04.16

Eni: determinato il prezzo iniziale di Conversione del prestito obbligazionario equity-linked non diluitivo di Euro 400 milioni con scadenza 2022

Come comunicato al mercato il 6 aprile 2016, Eni S.p.A. (“Eni” o la “Società”) ha collocato un prestito obbligazionario equity-linked non diluitivo per un valore nominale pari a Euro 400 milioni con scadenza 2022 (le “Obbligazioni”), che prevede che gli obbligazionisti possano esercitare un diritto di “conversione‘ in determinati periodi e/o in presenza di determinati eventi, fermo restando che le Obbligazioni saranno regolate mediante cassa (la “Conversione”).

Leggi il testo completo (su eni.com)

07.04.16

Eni annuncia che è stato concluso il collocamento del prestito obbligazionario equity-linked non diluitivo con scadenza 2022

Si è concluso il collocamento, presso investitori istituzionali, da parte di Eni S.p.A. (“Eni” o la “Società”) di un prestito obbligazionario equity-linked per un valore nominale complessivo pari a Euro 400 milioni (le “Obbligazioni”). L’operazione prevede, da un lato, l’emissione di un prestito obbligazionario equity-linked, il cui valore di rimborso è legato al valore di mercato delle azioni di Eni, di tipo cash-settled, vale a dire con solo regolamento mediante cassa e, dall’altro, l’acquisto da parte di Eni di cash-settled call options sulle azioni di Eni, anche in questo caso con solo regolamento mediante cassa, da uno o più dei Joint Bookrunners necessarieper la copertura della Società dall’esposizione derivante dall’esercizio dei diritti di Conversione da parte degli Obbligazionisti. Gli Obbligazionisti potranno esercitare un diritto di “conversione” in determinati periodi e/o in presenza di determinati eventi, fermo restando che le Obbligazioni saranno regolate mediante cassa (la “Conversione” e, laddove applicabile, “Convertite”) e che, pertanto, né l’emissione né la Conversione delle Obbligazioni attribuiranno alcun diritto a ricevere azioni di Eni e, dunque, non avranno alcun effetto diluitivo per gli azionisti.

Leggi il testo completo (su eni.com)

06.04.16

Eni avvia l’offerta di un prestito obbligazionario equity-linked non diluitivo con scadenza 2022

Eni S.p.A. (“Eni” o la “Società”) annuncia l’offerta di un prestito obbligazionario equity-linked per un valore nominale complessivo pari a circa Euro 500 milioni (le “Obbligazioni”) da collocare presso investitori istituzionali. L’operazione prevede, da un lato, l’emissione di un prestito obbligazionario equity-linked, il cui valore di rimborso è legato al valore di mercato delle azioni di Eni,di tipo cash-settled, vale a dire con solo regolamento mediante cassa e, dall’altro, l’acquisto da parte di Eni di cash-settled call options sulle azioni di Eni, anche in questo caso con solo regolamento mediante cassa, da uno o più dei Joint Bookrunners necessarieper la copertura della Società dall’esposizione derivante dall’esercizio dei diritti di Conversione da parte degli Obbligazionisti. Gli Obbligazionisti potranno esercitare un diritto di “conversione” in determinati periodi e/o in presenza di determinati eventi, fermo restando che le Obbligazioni saranno regolate mediante cassa (la “Conversione” e, laddove applicabile, “Convertite”) e che, pertanto, né l’emissione né la Conversione delle Obbligazioni attribuiranno alcun diritto a ricevere azioni di Eni e, dunque, non avranno alcun effetto diluitivo per gli azionisti.

Leggi il testo completo (su eni.com)