12.10.17

Versalis, in Sicilia le coltivazioni sperimentali di guayule

Versalis (Eni), ESA e Università di Palermo (UNIPA) hanno tenuto oggi a Palermo un workshop tecnico per fare il punto e illustrare i primi risultati della collaborazione finalizzata allo sviluppo di coltivazioni sperimentali di guayule in Sicilia. Tra i relatori, sono intervenuti i rappresentanti dell’ESA-Ente Sviluppo Agricolo, dell’assessorato regionale alle politiche agricole e accademici del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università di Palermo.

Leggi la notizia su eni.com

29.09.16

Eni incontra in Sicilia i rappresentanti regionali delle Associazioni dei Consumatori

Prosegue con la tappa in Sicilia, presso gli uffici Eni di corso Calatafimi a Palermo, il tour che vede impegnata la Società in una serie di incontri in quattordici regioni con i rappresentanti locali delle Associazioni dei Consumatori. Dopo l’Abruzzo, le Marche, il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Campania e la Liguria, Eni si è recata sul territorio siciliano con l’obiettivo di comunicare e dialogare nell’ambito di un rapporto sempre più costruttivo finalizzato ad accrescere ulteriormente il livello dei servizi erogati e rispondere sempre al meglio alle esigenze dei clienti. Inoltre, la nuova modalità di collegamento in videoconferenza ha esteso l’opportunità di partecipare da remoto ai lavori anche a quei rappresentanti regionali che altrimenti, per motivi logistici, non sarebbero potuti intervenire.

Leggi la notizia su eni.com

20.04.16

Eni: il Protocollo di Intesa per l’area di Gela procede nei tempi previsti

Si è svolto oggi presso il Ministero dello Sviluppo Economico un incontro con le Organizzazioni Sindacali, Regione Sicilia, Amministrazione Comunale di Gela, Mise ed Eni per verificare lo stato di avanzamento del Protocollo di Intesa siglato il 6 Novembre 2014. L’incontro, che segue la verifica dello scorso 24 Febbraio, ha rappresentato l’occasione per esaminare gli ulteriori sviluppi del Programma realizzati nel primo trimestre 2016.

Eni ha confermato che il Programma di rilancio delle attività industriali in Sicilia prosegue come previsto e che gli impegni assunti continuano a essere rispettati.

Leggi la notizia su eni.com

04.02.16

Eni avvia lo Studio di fattibilità agronomico per il Progetto Guayule

E’ stata siglata oggi la Lettera di Intenti tra Eni e l’Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Sicilia (ESA) per l’avvio dello Studio di fattibilità agronomico per la coltivazione sperimentale del guayule in Sicilia.

All’interno del Protocollo di Intesa per l’Area di Gela, infatti, Eni si è impegnata ad effettuare uno studio di fattibilità agro/industriale per la realizzazione di un progetto per la produzione di lattice di gomma naturale a partire dalla pianta del guayule, con sviluppo della relativa filiera agricola. Tale studio sarà condotto dall’ESA e da Versalis, controllata di Eni, che ha avviato negli ultimi anni lo sviluppo di piattaforme green per la produzione di prodotti chimici bio. L’obiettivo è di verificare l’idoneità della coltivazione in via sperimentale del prodotto naturale guayule rispetto al microclima della Regione Sicilia, ai fini di una coltivazione su larga scala.

Leggi la notizia su eni.com

22.01.16

Incontro di Eni presso la Sede della Regione Siciliana

L’incontro di Eni presso la sede della Regione Sicilia con le Istituzioni locali e le rappresentanze delle Organizzazioni Sindacali è servito a confermare qual è lo stato di attuazione del protocollo di Gela siglato nel mese di novembre 2014.

L’azienda Eni ha confermato che gli impegni presi fin d’ora sono stati rispettati e che le attività procedono in linea con quanto previsto. La costruzione della Green Refinery è prevista per il primo trimestre del 2016, a patto che le autorizzazioni necessarie arrivino entro il mese di febbraio, ovvero entro i termini previsti dalla normativa. Intanto sono stati avviati ben 53 cantieri con un investimento iniziale dell’azienda pari a 200 milioni e con risorse impiegate anche superiori rispetto a quelle preventivate negli accordi iniziali.

Leggi la notizia su eni.com